Scuola Emilia-Romagna. La Regione apre ai sanificatori dell’aria in aula

BOLOGNA. In Emilia-Romagna si torna a parlare di installare i sanificatori d’aria nelle scuole. A non escludere l’idea è il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, che questo pomeriggio in Assemblea legislativa durante la discussione sul bilancio reagisce dopo essere stato punto sul vivo dal capogruppo di Fratelli d’Italia, Marco Lisei. “Mi dispiace che la Giunta si pavoneggi dei 4,5 milioni di euro dati alla Bologna business school- attacca Lisei- che è una fondazione privata milionaria, dove lavora Romano Prodi. Vi faccio presente che nelle scuole pubbliche, invece, quelle che vi vantate di difendere, devono aprire le finestre per il Covid. Mi sarebbe piaciuto che Bonaccini, come il presidente Acquaroli nelle Marche, che ha investito sei milioni di euro, avesse messo quei soldi per la ventilazione meccanica nelle scuole”. Le parole di Lisei non vengono gradite da Bonaccini, che a caldo reagisce interrompendo il capogruppo Fdi. Poi, una volta arrivato il suo turno di parola, il presidente smorza i toni. “Mi scuso con Lisei per averlo interrotto- dice Bonaccini- nei prossimi giorni cercheremo di seguire l’esempio delle Marche, verificando la possibilità di installare i sanificatori d’aria nelle scuole. E’ una cosa di buonsenso”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui