Scontri a Cesena dopo Italia – Ungheria: già comminate le prime denunce e proposte di Daspo

Nella serata di ieri a Cesena si è disputato l’incontro di calcio, valido per la Uefa Nations League, tra Italia e Ungheria.
“La Questura – spiega in una nota – ha pianificato ed eseguito servizi di ordine e sicurezza pubblica che sono stati disimpegnati, dalla mattina di lunedì 6 fino a conclusione dell’evento, anche con l’impiego di contingenti di rinforzo provenienti da altre sedi e consistenti aliquote di poliziotti, carabinieri e finanzieri del territorio. Il cielo di Cesena è stato sorvolato da un elicottero della Polizia di Stato con funzioni di controllo e di segnalazione. Nei servizi di viabilità e scorta delle rappresentative e delle autorità presenti sono stati impegnati la Polizia Stradale e la Polizia Locale di Cesena.
L’articolato dispositivo organizzato ha consentito di gestire al meglio l’arrivo dei 1600 tifosi ungheresi, che si sono radunati presso il meeting point allestito in collaborazione con il Comune di Cesena, e da lì condotti fino allo stadio senza che si verificasse alcuna problematica di ordine pubblico.
Al termine della partita, nei pressi del bar Bombonera, un gruppo di oltre 40 ultras del Cesena, verosimilmente infastiditi dalla circolazione, nei pressi del loro ritrovo, di alcuni tifosi ungheresi ha cercato di raggiungere il gruppo di supporter magiari che si trovava vicino alla rotonda dello stadio, allo scopo di venire a contatto con questi ultimi.
Al fine di evitare lo scontro tra le tifoserie, si è resa necessaria un’azione di contenimento da parte delle forze di polizia presenti, che sono anche state oggetto di un lancio di oggetti da parte degli ultras locali”.
Nel frangente, alcuni operatori di polizia sono rimasti lievemente contusi.
“Sono già stati identificati alcuni ultras quali autori di singole condotte penalmente censurabili e sono in corso ulteriori accertamenti per l’identificazione degli altri che si sono resi responsabili di comportamenti illeciti, nei confronti dei quali saranno avviati i procedimenti per l’irrogazione dei provvedimenti amministrativi di inibizione alle manifestazioni sportive.
Nel corso delle attività di prefiltraggio nel settore ospiti, infine, sono stati rinvenuti numerosi fumogeni ed è stato sequestrato un coltello a serramanico a un tifoso ungherese, che è stato denunciato e allontanato dallo stadio”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui