RAVENNA. Banconote sparite e portafogli ripuliti, senza risparmiare nessuno, personale sanitario e pazienti ricoverati in vari reparti del “Santa Maria delle Croci”. Una sequenza di furti, quella avvenuta all’interno dell’ospedale di Ravenna, che a lungo andare avrebbe messo in allarme anche la stessa direzione dell’Ausl, sospettando che dietro alcuni episodi seriali ci fosse la mano lesta di qualcuno interno all’azienda. Un ladro che per la Procura indosserebbe il camice da infermiere. Questa l’ipotesi che emerge dal fascicolo aperto dal sostituto procuratore Lucrezia Ciriello.

I dettagli nel Corriere Romagna oggi in edicola

Argomenti:

furti

infermiere

ospedale

ravenna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *