Schiuma anomala vicino al Ponte Nuovo nelle acque del fiume Savio

CESENA. Schiuma di natura anomala vicino al Ponte Nuovo nelle acque del fiume Savio.
Il fenomeno viene segnalato da alcune mattine consecutive e c’è anche chi si è premurato di scrivere ad Arpae per far eseguire controlli e capire cosa stia succedendo. «L’impressione, infatti, è quella che si tratti di materiale derivante da scarichi abusivi». È il grido d’allerta lanciato contemporaneamente alla segnalazione, da chi ha osservato il fenomeno a vicino. Verifiche in tal senso dunque sono in corso. Per ora l’impressione è che possa trattarsi di depositi dovuti al particolare periodo siccitoso. Di solito accade d’estate ed in questa stagione non succede praticamente mai. Ma gli agenti dilavati dalle acque provenienti dalla vallata del Savio fino a valle si evidenziano sotto forma di schiume quando si passa da un lungo periodo siccitoso. Proprio come quello che stiamo vivendo ora.

Che attualmente non piova da troppo tempo è testimoniato anche dal rinnovarsi dell’allerta contro gli incendi che si protrarrà fino al 5 marzo almeno. L’acqua del Savio vicino al Ponte Nuovo è piena di schiuma in particolar modo ad inizio mattinata. Poi il fenomeno con il passare delle ore si affievolisce per ripresentarsi in maniera pressoché identica all’alba successiva. Per poter chiarire se ci sia uno scarico abusivo o se si tratti di un fenomeno di anossia delle acque particolarmente fuori stagione servirà oltre a risalire la corrente alla ricerca di nuovi scarichi attendere il primo periodo piovoso.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui