Schianto a Giovecca: dopo “Fanny” morto anche l’automobilista

Schianto a Giovecca: dopo “Fanny” morto anche l’automobilista
Il terribile schianto costato la vita a due persone (foto Massimo Fiorentini)

LUGO. Non ce l’ha fatta neanche l’automobilista coinvolto nel grave incidente di Giovecca in via Bastia il 7 agosto scorso, costato la vita al motociclista voltanese Massimo Stefanini. Si è spento nel giorno di Ferragosto all’ospedale Bufalini di Cesena – dove era stato ricoverato, in Rianimazione, subito dopo l’incidente – Ahmed Kalaoui, il 38enne originario del Marocco e residente a Conselice che insieme a un 32enne conselicese viaggiava sull’auto scontratasi con la moto della vittima.
Le sue condizioni erano apparse da subito disperate.

L’incidente
Il tragico incidente si era verificato a Giovecca, in via Bastia, pochi minuti prima delle 22 di mercoledì 7 agosto. La moto condotta da Stefanini era venuta a collisione con la Fiat Punto che sopraggiungeva dalla direzione opposta, su cui viaggiavano Kalaoui e l’amico, sbalzati nella violenza dell’urto. Un impatto tremendo, che non ha lasciato scampo al motociclista – Massimo Stefanini, 58enne di Voltana – deceduto sul colpo: il suo corpo era stato proiettato a decine di metri, così come la moto su cui viaggiava, una Honda 1200.
L’urto è avvenuto al centro della carreggiata, poco dopo una semicurva, quindi l’ipotesi è che uno dei due veicoli abbia “allargato” in curva senza accorgersi dell’altro nella corsia opposta. Distrutta la parte anteriore della Punto, che si era poi ribaltata finendo sul ciglio della strada appoggiata sul lato. A dare l’allarme automobilisti di passaggio, che si erano trovati davanti sulla strada l’auto rovesciata, ma non avevano notato in prima battuta, nell’oscurità, la moto e io corpo della vittima nel buio dei campi circostanti; se ne sono accorti solo successivamente i soccorritori.

Sul posto erano giunte tre ambulanze, un’auto medica e l’elicottero decollato da Bologna. Su questo era stato caricato e trasportato all’ospedale Bufalini di Cesena, in condizioni disperate, Ahmed Kalaoui, che ha lottato fra la vita e la morte fino a mercoledì nel reparto di Rianimazione, per poi spirare. Lesioni lievi, invece, per il 32enne che viaggiava con lui, medicato in Ortopedia all’ospedale di Ravenna. I funerali di Stefanini si sono svolti sabato scorso a Voltana alla presenza di decine di motociclisti.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *