Schiaffi ai bimbi alla materna nel Ravennate, fine indagini per la maestra

RAVENNA. “Mamma, oggi la maestra ha dato una testolata a Eleonora”. Il nome è di fantasia. Non lo è invece l’inchiesta che dal racconto fatto da un bimbo di 4 anni, iscritto a una scuola materna statale di un comune della Bassa Romagna, ha portato alla notifica dell’avviso di fine indagini preliminari nei confronti di una 57enne lughese. L’insegnante è accusata di maltrattamenti aggravati nei confronti di 11 bambini di età comprese tra i 3 e i 4 anni, perpetrati dalla metà di dicembre 2017 (periodo delle prime denunce) a oggi, all’interno di due classi a lei affidate. Rimproveri ingiustificati, sconfinati in sgridate aggressive, con strattonamenti, trascinamenti e – stando ai racconti dei piccoli – anche schiaffi al volto e percosse a pancia e fondo schiena.

I bambini spesso arrivavano piangendo in classe. Alcuni lamentavano dolori o dicevano di avere paura. Così, quando le denunce dei genitori sono arrivate in massa, i carabinieri del Nucleo Investigativo hanno posizionato le telecamere, così come richiesto dal sostituto procuratore Cristina D’Aniello, titolare del fascicolo.

I dettagli nel Corriere Romagna in edicola

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui