Scherma, Galassi e Pizzini da applausi agli Assoluti di spada

Romagnoli molto lontani dal podio ai campionati Assoluti di spada andati in scena ieri a Courmayeur. Se la delusione vera arriva da Giacomo Paolini, forlivese dell’Esercito numero 7 in Italia, che ha chiuso solo al 33° posto, vanno sottolineate e applaudite le prestazioni di tre atleti: quella del solito Matteo Galassi in campo maschile, quella della nazionale Alessia Pizzini e della più giovane atleta in gara, Chiara Castagnoli.

Galassi, derby e 14° posto

Centotrentasei atleti qualificati in campo maschile e gironi già molto selettivi, con 38 spadisti subito esclusi. A non superare il taglio 5 romagnoli: Simone Greco (Schermistica Lughese) 104°, Enrico De Pol (Circolo Spada Cervia) 131° e tutti i tre rappresentati del Circolo Schermistico Forlivese: Leonardo Cortini 109°, Filippo Bassi 126° e Riccardo Genovese 132°. Si va in tabellone e, con il forlivese Giacomo Paolini (Esercito) e Matteo Galassi (Cs Cervia) già nei trentaduesimi per le ottime prove nei gironi, la sorpresa del turno preliminare è l’eliminazione di Fabrizio Di Marco (Accademia Spada Imola) battuto 15-9 da Malucchi e 65° nella classifica finale. L’altro imolese, Marco Gori (Cs Imola), e Matteo Rossi (Cs Cervia) superano rispettivamente Baroglio 15-9 e Dagani 15-11 e accedono ai trentaduesimi. Trentaduesimi che sono fatali a Gori, battuto 15-7 da Fichera e 46° in classifica, ma soprattutto a Paolini, sconfitto in modo inatteso da Simone Scarsi 15-13 e 33°. Confermando il suo ottimo stato di forma, Galassi batte 15-9 Fabrizio Cuomo (sconfitto anche una settimana fa a Catania nella semifinale Under 20 per 15-14) e trova nei sedicesimi di finale il compagno di sala Matteo Rossi, che con una splendida prova elimina Musso 15-10. Il derby promuove Galassi, che vince 15-10 e costringe Rossi al 31° posto. Matteo Galassi perderà poi negli ottavi contro il numero 11 italiano Andrea Vallosio (Aeronautica Militare) per 15-9. Ma un 14° posto agli Assoluti a 17 anni è tanta roba.

Bravissime Pizzini e Castagnoli

La cesenate Chiara Castagnoli (Cs Forlivese) era la sola nata nel 2007 a essersi qualificata per gli Assoluti. Nel Girone 1 era stata abbinata, tra le altre, alla vice campionessa olimpica Rossella Fiamingo: ha perso 5-0 ma la sconfitta non l’ha abbattuta. Anzi, Chiara ha reagito battendo in rapida sequenza Giulia Alessandro, Benedetta Madrignani, Francesca Costa e Matilde Busnelli, qualificandosi così per il tabellone. Con lei anche la ravennate Alessia Pizzini (Fiamme Oro), Beatrice Fava (Cs Cervia), Asia Vitali (Cs Forlivese) e Sofia Billi (Scermistica Lughese). Subito “tagliate” Sara Billi (Cus Bologna) e Francesca Spazzoli (Cs Forlivese), alla fine 77ª e 80ª. Nei trentaduesimi Castagnoli si è arresa alla Costa, che ha vendicato il 2-5 dei gironi battendola 15-5; Fava ha ceduto 15-6 contro Siletti; Sofia Billi si è inchinata 15-9 a Fiamingo mentre Pizzini ha vinto il derby romagnolo con Vitali 15-9. La poliziotta ravennate ha poi superato Capoccia 15-13 prima di arrendersi 15-10 a Maccagno. Per Pizzini un buonissimo 11° posto; a seguire Chiara Castagnoli 36ª, Beatrice Fava 46ª, Sofia Billi 50ª e Asia Vitali 57ª.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui