MAGNY-COURS – Jonathan Rea punta al settimo sigillo mondiale consecutivo in Francia per diventare un’icona della Superbike. L’inglese arriva alla penultima tappa della stagione con 51 punti di vantaggio su Scott Redding, l’unico che può sperare di fermarlo. L’alfiere della Ducati deve riuscire a rosicchiare punti importanti per mantenere i giochi aperti fino all’ultima tappa di Portimao (17-18 ottobre). Un compito difficile: Rea è a soli 11 punti dal bis (ogni fine settimana si assegnano 25 punti per le vittorie in entrambe le manche, più i 12 della Superpole Race, per un massimo di 62 punti). Redding è stato un osso duro per il campionissimo, che è riuscito a scavare un solco importante nell’ultima tappa andata in scena a Barcellona.

Dietro ai due la lotta è accesa grazie al recupero di Chaz Davies che sta cercando di mettere qualche pulce nell’orecchio dei vertici di Borgo Panigale. Sembrava che il compagno ideale per il 2021 di Redding, potesse essere l’ottimo Michael Ruben Rinaldi, autore di una stagione maiuscola in sella a una Panigale V4 del GoEleven, ma il gallese, con la vittoria di garadue a Barcellona e altri due podi nelle ultime due tappe, si è portato al terzo posto assoluto a 188 punti.

Alle sue spalle le Yamaha di Van der Mark e di Razgatioglu, con l’olandese che precede a sorpresa il turco (178 punti a 157). “Raz” si è un po’ spento nelle ultime gare, ma qui in Francia vinse nel 2019, battendo Rea.

Rinaldi ha 144 punti ed è 7° a un solo punto da Alex Lowes, che lo precede con la seconda Kawasaki ufficiale. Il romagnolo è in coda ai grandi e ha un vantaggio di 50 punti sull’8° in classifica, Alvaro Bautista con la sua Honda. Per lui una sfida nella sfida, quella con l’idolo locale Loris Baz (Yamaha) che ha 91 punti e gli contende il titolo platonico di miglior pilota indipendente.

Federico Caricasulo cercherà di confermare i miglioramenti mostrati nelle ultime gare. Il ravennate della Yamaha Grt ha lottato per entrare nei primi dieci al traguardo, riducendo il divario con il compagno di squadra, lo statunitense Gerloff, che vanta maggior esperienza e in garadue, nell’ultima prova in Spagna, è salito sul podio.

Gli occhi saranno tutti su Rea: con il sesto titolo consecutivo riuscirà a raggiungere un dominio mai mostrato da nessuno in un mondiale. Domani Superpole alle 11.40 e garauno dalle 14.

Argomenti:

Rea

rinaldi

Worldsbk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *