Savignano sul Rubicone, contributo di 30mila euro per il progetto “Rimini revisited – Marco Pesaresi”

Il Comune di Savignano si è aggiudicato un contributo di 30 mila euro, con il progetto “Rimini (Revisited, 2003-2023) – Marco Pesaresi”, primo classificato nella graduatoria dell’Ambito 3 – Valorizzazione di donazioni del PAC2021 – Piano per l’Arte Contemporanea promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura.
L’avviso pubblico cui ha aderito il Comune si colloca nell’ambito della seconda edizione del PAC, per la selezione di proposte progettuali per l’acquisizione, la produzione e la valorizzazione di opere dell’arte e della creatività contemporanee destinate al patrimonio pubblico italiano.
Tra queste rientra il fondo fotografico Marco Pesaresi conservato nell’archivio del Comune di Savignano sul Rubicone dal 2021), donato dagli eredi a corollario di una lunga e fruttuosa collaborazione che ha portato alla realizzazione di mostre, pubblicazioni, un premio per giovani artisti under40 e altre attività.
Il progetto “Rimini (Revisited, 2003-2023) – Marco Pesaresi”, primo classificato nella graduatoria Pac 2021 nella sezione relativa alla valorizzazione di donazioni, punta a proseguire l’attività di valorizzazione del fondo, avviata nel 2021 con la riproposizione della mostra “Underground”. “Rimini” è l’altro importante progetto concluso in vita dal fotografo riminese. Grazie a “Rimini”, Pesaresi si è rivelato come uno dei talenti più originali della scena fotografica internazionale degli anni ’90, prima che la prematura morte gli impedisse di esprimersi su altri progetti.
“Questo riconoscimento ci conferma che siamo sulla buona strada e che c’è interesse nella valorizzazione del lavoro di Marco Pesaresi – afferma Mario Beltrambini, vicepresidente di Savignano Immagini –. Un nuovo impulso per noi che ci occupiamo di fotografia a Savignano, che ci permetterà di lavorare sull’archivio “portando alla luce” pieghe del lavoro ancora poco conosciute, indagando sulle immagini dei luoghi dove Marco viveva e quando tornava dai suoi viaggi, raccontava attraverso le fotografie che con acume evidenziano la passione genuina e sincera che fanno parte dell’identità di questo territorio. Il progetto ci permetterà inoltre di proporre delle attività collaterali come laboratori e corsi riservati ai ragazzi, sempre pensando all’educazione all’immagine, tema forte al quale in questo momento Savignano città della fotografia dedica molta attenzione. Attività legate al concetto d’attaccamento per la propria terra come quello che nutriva Marco e che ci ha lasciato attraverso le sue fotografie”.
“Siamo solo all’inizio di un percorso che avevamo intuito si sarebbe potuto avviare con l’acquisizione del fondo Marco Pesaresi – afferma il sindaco di Savignano sul Rubicone Filippo Giovannini -. Arriveranno una nuova mostra resa disponibile al pubblico, e non solo agli addetti ai lavori, rielaborata e arricchita grazie al lavoro di ricerca svolto negli ultimi anni, un catalogo, attività divulgative, didattiche, di studio e ricerca, a rileggere un progetto ancora aperto, in grado di rivelare nuovi percorsi e riletture sull’attuale. Ulteriori spunti anche per i giovani e le scuole, finestre sul mondo della fotografia, il linguaggio di casa a Savignano sul Rubicone da oltre trent’anni”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui