Savignano: il ferito al parco non conosce il suo aggressore

Violenza alla golena del fiume: «Episodio su cui indagare a fondo perché non si ripetano mai più fatti simili». Dopo l’aggressione con ferito è unanime lo sdegno in città, mentre le forze dell’ordine lavorano in stretto riserbo.

Il fattaccio

Domenica pomeriggio il 34enneP.A. è stato aggredito con una chiave inglese e poi ferito è caduto scappando nel fiume Rubicone nell’ansa dove c’è una mini cascatella e sotto la pizzeria “Il Grottino”. Mentre il feritore si è allontanato (descritto come probabilmente magrebino e giovane) il ferito è stato soccorso dal 118 e trasportato all’ospedale Bufalini per le cure del caso. Sul posto i carabinieri di Savignano hanno fatto i rilievi e stanno indagando. La dinamica somiglia molto a quella di un regolamento di conti. Sono stati ascoltati, con le dovute cautele legate all’età, i 4 minorenni che erano al parco e che hanno visto l’accaduto. Alcuni di loro hanno anche provato ad inseguire inutilmente l’aggressore. La zona non ha telecamere che possano aiutare gli investigatori che ancora non hanno ascoltato il ferito ufficialmente.L’uomo fino al pomeriggio di ieri era ricoverato al Bufalini. È stato dimesso con una frattura allo zigomo giudicata guaribile in 30 giorni. Ha comunque già “anticipato” le domande che gli verranno poste dall’Arma spiegando ai sanitari si non conoscere la persona che lo ha colpito due volte con uno strumento metallico simile ad una chiave inglese.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui