SAVIGNANO. Ladri acrobati si arrampicano al terzo piano nella casa della candidata consigliera regionale Kitty Montemaggi di fratelli d’Italia in zona Rio Salto. In serata c’è stato anche l’immediato sopralluogo dei carabinieri. E in zona nello stesso pomeriggio ci sarebbero stati altri furti.

Il furto

Gran brutta sorpresa per Kitty Montemaggi che in questi giorni è impegnata negli ultimi giorni della campagna elettorale, quale candidata alle elezioni regionali con Fratelli d’Italia. Il furto patito dalla famiglia della candidata è di valore elevato. Ieri pomeriggio dalle 14 a poco dopo le 18 non c’era nessuno in casa, ed è in questo lasso di tempo che i malviventi hanno operato indisturbati. «Si sono arrampicati fino al terrazzo del terzo piano, hanno spaccato una porta e sono entrati – dice sconsolata Montemaggi – Prima è rientrato mio marito, verso le 18, che però non è salito al piano superiore delle camere da letto. Poi alle 18,30 mio figlio è invece rientrato, a sua volta, ed è salito al terzo piano e ha trovato il finimondo con tutte le cose buttate a terra».

Danni elevati

Oltre all’infisso, seriamente danneggiato, mancano all’appello varie cose: «Stiamo ancora facendo l’inventario di quanto e di cosa manca – afferma Montemaggi – Di certo mancano gli orologi costosi dei miei figli, gli ori di famiglia, una somma di denaro, due tappeti persiani e due quadri. Insomma complessivamente un danno importante che può aggirarsi sui 10mila euro. Strano però che abbiano preso i tappeti, ma abbiano lasciato gli ipad e la tv. Come strano è che si siano arrampicati dall’esterno al terzo piano e non siano stati ostacolati o si sia udito l’abbaiare dei due grossi cani che abbiamo nella corte. Ipotizziamo che possano essere stati narcotizzati. Abbiamo chiamato i carabinieri che sono arrivati presto sul posto. Ci troviamo nel quartiere Rio Salto, in un zona periferica di Savignano. Mi hanno riferito che nello stesso pomeriggio i ladri hanno fatto razzia in varie abitazioni del quartiere». Poi la rabbia per i danni e la tranquillità fami liare ora sconvolta: «Non siamo più sicuri nemmeno a casa nostra» è l’amara conclusione.

Argomenti:

furto

Savignano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *