Savignano, doppio taglio del nastro per la scuola dell’obbligo 3.0

Dallo scorso anno scolastico l’Istituto Comprensivo di Savignano sul Rubicone ha avviato un progetto di innovazione dell’infrastruttura e strumentazione tecnologica, una vera e propria rivoluzione digitale che vede oggi i nove plessi scolastici cittadini in rete, tramite una connessione wireless, supportata da fibra con una velocità di circa 50 Mb/s. Ciò che consente un utilizzo agile del Registro Elettronico per la comunicazione con le famiglie e la piena fruizione di materiali e di applicazioni multimediali, a sostegno di una didattica e di una metodologia innovativa, inclusiva e accattivante.

In questo conteso è stata incrementata la dotazione di device, con l’allestimento di ben 4 Laboratori multimediali nelle scuole Primarie, con 100 nuove postazioni e computer di ultima generazione. Così pure per le scuole dell’Infanzia che sono state dotate di dispositivi digitali, con diretta ricaduta sulle pratiche didattiche quotidiane. Le aule dell’Istituto sono state allestite con monitor interattivi di ultima generazione. Si tratta di 31 lavagne multimediali Promethean. Altre 30 lavagne, in fase di consegna, andranno a completare una dotazione all’avanguardia, capace di connettere, in modo attraente, i processi di apprendimento dei nativi digitali alle loro sfere di interesse e alle loro strutture mentali. L’acquisto di ulteriori dispositivi digitali destinati alla scuola Secondaria, per l’implementazione di laboratori informatici mobili, pratici e intuitivi, ha ulteriormente potenziato un quadro sistemico di tecnologie didattiche volte a sostenere gli studenti nel percorso di acquisizione e piena padronanza della cittadinanza digitale.

La rivoluzione tecnologica ha interessato anche la Segreteria della Scuola, mediante la diffusa dotazione di computer innovativi, con monitor curvi a garanzia del necessario comfort visivo per la tutela dei lavoratori.

Durante il periodo della Didattica a distanza l’Istituto Comprensivo di Savignano al fine di garantire pari opportunità di apprendimento e il diritto allo studio a tutti i suoi studenti, grazie ai fondi ministeriali ha fornito 120 computer portatili, in comodato d’uso gratuito, a tutti i ragazzi che ne hanno fatto richiesta.

La tappa più ambiziosa del percorso si è concretizzata con l’”Aula 3.0”, rispondente all’idea dell’OCSE di “ecosistema olistico”. L’Aula 3,0, allestita nella Scuola Secondaria di I grado, dispone di lavagne interattive su tre pareti, arredi colorati, funzionali e versatili, connessione internet con cloud dedicati, device mobili, stampanti multifunzione e molto altro. È prossimo l’acquisto di stampanti 3D.

“I nostri studenti, oggi, in un tempo così complesso e disorientante, hanno nell’Istituto “Giulio Cesare” una scuola rinnovata – afferma la dirigente scolastica Catia Valzania – con ambienti di apprendimento innovativi, motivanti e appassionanti. Ringrazio il Ministero dell’Istruzione, il Direttore generale e il Dirigente territoriale. Esprimo un sentito ringraziamento all’Amministrazione comunale di Savignano sul Rubicone, per la puntuale attenzione e sensibilità dimostrata ai temi della cultura, sostenendoci nelle diverse iniziative, a favore della comunità scolastica. La mia gratitudine va a tutti i nostri sostenitori, l’Avis, l’Associzione Astronomica e il Rotary Club insieme al Presidente del Consiglio di Istituto, per aver contribuito alla realizzazione del nostro progetto senza esitazione”.

“La nostra città può dirsi orgogliosa – affermano il sindaco Filippo Giovannini e il vice sindaco e assessore ai servizi scolastici ed educativi Nicola Dellapsqua -. In questo periodo di emergenza è necessario essere presenti e riconoscere tutte le forme di contributo e sostegno possibile al territorio, ma la priorità resta la scuola e l’Amministrazione Comunale lo ha dimostrato con gli investimenti messi a sistema per la sicurezza e la manutenzione ordinaria e straordinaria degli edifici scolastici. Solo nell’estate 2020 abbiamo gestito tre importanti cantieri scolastici, completando i lavori di rifacimento della palestra comunale di Fiumicino, iniziando la seconda parte del cantiere alla scuola media e terminando l’intervento di miglioramento sismico dell’Aldo Moro, per un investimento complessivo di quasi 3 milioni di euro”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui