SAVIGNANO SUL RUBICONE. L’invalida aggredita e picchiata domenica è in lenta ripresa. Dopo l’episodio violento successo a poca distanza dallo stadio la 77enne è stata visitata dal suo medico di fiducia che ha stilato un referto. La pensionata è lucida e autosufficiente, si appoggia a un carrellino per spostarsi anche se potrebbe farne a meno. Domenica pomeriggio è uscita per una passeggiata e riferisce di essere stata aggredita e picchiata senza motivo. Il grave episodio è avvenuto nel sentiero verde di fianco al parcheggio dello stadio comunale Capanni. La vedova non aveva né borse né collane, tranquillamente passeggiava non lontano da casa come aveva sempre fatto, quando è stata improvvisamente aggredita da dietro e buttata a terra da uno sconosciuto che le ha messo le mani al collo. L’anziana ha urlato forte e a quel punto l’aggressore prima l’ha schiaffeggiata per zittirla e poi si è dato precipitosamente alla fuga. L’anziana ha comunque fatto in tempo a vederlo, poi è rimasta a terra, quindi si è rialzata e con il carrellino ha raggiunto la strada dove è stata soccorsa da un automobilista.
«Abbiamo immediatamente fatto segnalazione alla locale caserma dei carabinieri – ribadiscono i familiari – che ci hanno consigliato di andare a fare la denuncia con un referto medico che abbiamo fatto quando la pensionata se l’è sentita di andare dal suo medico di fiducia. Ha ancora vistosi lividi nel volto per gli schiaffi ricevuti. Ieri il sindaco ci ha chiamato per sapere come stava e le ha fatto gli auguri di pronta guarigione. È una donna forte che ha già avuto due ictus e in una parte del viso non ha sensibilità, forse anche per questo ha retto al dolore degli schiaffi».

Argomenti:

aggredita

carabinieri

donna

Savignano Sul Rubicone

STADIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *