Savignano, Chiosco Botanico: un’estate ricca di iniziative

Un’estate di appuntamenti al Chiosco Botanico. È quanto si annuncia in concomitanza con l’inaugurazione del nuovo punto di ristorazione allestito in piazza Giovanni XXIII.
Il taglio del nastro si è svolto nel tardo pomeriggio di ieri alla presenza del sindaco Filippo Giovannini, del vicesindaco Nicola Dellapasqua e della giunta comunale oltre che dei progettisti del collettivo laprimastanza di Montiano, delle imprese che hanno collaborato quali Severino Frisoni srl e Decor Style di Bagnolini Daniele, degli addetti dell’Ufficio tecnico comunale oltre che dei giovani gestori Nicola Carlini e Luca Pazzini e dei cittadini che hanno voluto condividere l’aperitivo inaugurale.
Nel dettaglio, tutti i lunedì sera estivi l’appuntamento sarà con i “Pastrocchi in cucina”, corsi di cucina per bambini e ragazzi, il martedì sarà dedicato ai concerti sul prato, il giovedì a “Disegno al parco”, pittura per i bambini e i ragazzi e, a partire da luglio, le serate di cinema all’aperto di cui sarà a breve reso noto il programma.

Arricchiscono la proposta singoli appuntamenti, come quello con il sushi al parco (martedì 11 luglio), la Boxe al parco il 30 giugno e il 7 luglio dalle 18.30, allenamenti con Mag Boxing Club 5. Mercoledì 28 ci sarà la caccia al tesoro per i piccoli “Il tesoro dei pirati”, mercoledì 5 luglio “Croquet con il cappellaio”, giochi e intrattenimento per i piccoli e mercatini sul prato. Lunedì 10 e 31 luglio la proposta è di Marbreblonde con “Kid’s drive in”, costruzione di macchine di cartone e proiezioni di animazioni cinematografiche in Arena Gregorini.
Martedì 4 e giovedì 13 luglio si svolgeranno gli allenamenti serali al parco con Martina Baiardi. Il programma verrà ulteriormente implementato. “Il nuovo chiosco botanico è un innesto di contemporaneità all’interno del Parco Giovanni XXIII di recente rigenerazione – spiega Francesco Ceccarelli del collettivo laprimastanza -. Tutto è energia, è energia di un’architettura che sembra quasi un’installazione artistica, è energia di una nuova vita per chi qui ci lavorerà e per chi qui verrà a rilassarsi e a godersi il parco Giovanni XXIII come un vero e proprio salotto urbano, è energia di un’architettura che sembra quasi una gigantesca macchina fotografica o cinematografica, un nuovo
sguardo, un nuovo punto di vista sulla città”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui