Sarsina, pronti i laboratori scolastici donati dagli imprenditori

L’istituto “Marconi” accelera e ingrana la terza: i nuovi laboratori di meccanica e meccatronica per la classe terza e il triennio della sede distaccata dell’Itts sono pronti e saranno inaugurati sabato prossimo. A partire dalle 10, con classi e famiglie dei ragazzi di terza media della vallata, si visiteranno i locali e poi, alle 11.30, si procederà al taglio del nastro e al saluto delle autorità. L’amministrazione comunale ha completato i lavori di adeguamento dell’ex magazzino comunale accanto al campo sportivo, anche grazie a un contributo di 50.000 euro da parte della Provincia. E col consistente intervento dell’associazione imprenditori Valle del Savio, si è provveduto ad acquistare le attrezzature necessarie. «I laboratori per la classe terza, da quest’anno avviatasi a Sarsina – afferma l’assessora Elsa Angela Cangini – sono stati completati, in linea con le esigenze della scuola. Per gli anni successivi ci saranno alcune ulteriori attrezzature da acquistare. Vorrei sottolineare che si tratta di un’operazione più unica che rara, con imprese che si mettono insieme e costituiscono un’associazione con lo scopo principale di finanziare laboratori per la scuola».

Il “Marconi” ha intanto fissato le date di due open day, sabato 26 novembre e sabato 14 gennaio, dalle 15 alle 17, riservati ai ragazzi che frequentano la terza media e alle loro famiglie, che potranno incontrare gli insegnanti e visitare locali e laboratori. I lavori di sistemazione prevedevano una spesa di 99.500 euro, e in aggiunta interventi di efficientamento energetico per una spesa di 50.000 euro, finanziata grazie a fondi ricevuti da Roma.

I lavori necessari per trasformare i locali hanno compreso la demolizione di pareti divisorie, il ripristino di altre pareti e di pavimenti, la realizzazione di un bagno aggiuntivo, la disponibilità di armadietti, lo smontaggio e il rifacimento di finestre con le relative aperture, la sistemazione dei portoni, l’impianto di riscaldamento, l’adeguamento alla normativa antincendio, la tinteggiatura interna con zoccolatura lavabile e battiscopa, l’adeguamento dell’impianto elettrico, gli allacci delle utenze. I costi per le attrezzature dei laboratori sono a carico degli imprenditori della vallata del Savio, per un impegno economico che il presidente dell’Associazione Imprenditori Valle Savio ha quantificato attorno a 120.000-130.000 euro.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui