Sarsina, i lavori per la galleria di Quarto al via il 28 novembre

L’inizio dei lavori alla galleria di Quarto dovrebbe essere imminente, secondo i sindaci di Sarsina Enrico Cangini e di Bagno di Romagna Marco Baccini.

Il sindaco di Sarsina prevede indicativamente la data di lunedì 28 novembre per l’avvio dell’intervento. «Siamo consapevoli – spiega Cangini – dei forti disagi che la popolazione della Valle del Savio, i pendolari, i lavoratori e gli studenti, saranno chiamati a vivere in questo periodo e bbiamo cercato di limitarli al minimo pur non avendo competenze dirette». Nella prima fase, come noto, per circa 10 mesi i lavori riguarderanno la canna in direzione Nord (Ravenna) e il traffico sarà deviato sulla strada statale 71, la ex provinciale 138, con uscita a Quarto e rientro a Turrito-Sarsina Sud. «Anas aveva previsto di iniziare i lavori a settembre – aggiunge Cangini – e tale soluzione avrebbe comportato la deviazione del traffico sulla ex provinciale da Quartio fino a Sarsina Nord, con l’attraversamento del centro abitato di Sarsina producendo gravi disagi. A seguito della nostra segnalazione i lavori sono stati posticipati in modo da attendere la riapertura dello svincolo di Sarsina Sud, a Turrito, ed evitando di portare il traffico nell’abitato di Sarsina». Ed è probabilmente questa “proroga” richiesta dall’amministrazione comunale la ragione di quella curiosa situazione che vede il cantiere dei lavori alla galleria di Quarto coi lavori consegnati in data 28 luglio ma subito con la dicitura di “termine lavori in fase di ridefinizione”. Nei mesi scorsi Anas, che ha ripreso in gestione la ex provinciale ora tornata ad essere fino a Bagno di Romagna la strada statale 71 “Umbro Casentinese Romagnola”, ha realizzato interventi di manutenzione sul tratto Quarto-Sarsina per oltre 1 milione di euro. Finiti i lavori alla canna in direzione nord comincerà l’intervento di ammodernamento sulla canna in direzione sud (Roma), per una durata di circa 8 mesi. «L’Anas propone di fare un doppio senso di circolazione sulla canna in direzione Ravenna, a quel tempo già ristrutturata e adeguata. Tale soluzione – precisa Cangini – comunque sarà oggetto di successiva valutazione con le forze di polizia coinvolte».

«In sostanza – commenta il sindaco di Bagno di Romagna Marco Baccini – per 10 mesi dovremo affrontare un’ennesima deviazione del traffico fuori dalla E45, che ci coinvolgerà non senza disagi. Ho chiesto di ampliare il più possibile gli orari giornalieri e i giorni di lavoro dei cantieri, e di attivare un controllo straordinario sul rispetto delle tempistiche. Ci impegneremo personalmente a vigilare su questo».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui