Sarsina, ecco il programma del “Plautus festival”

A Sarsina fervono i preparativi della stagione teatrale estiva che anche quest’anno, nonostante le difficoltà, vedrà la luce. “Poter presentare il programma del Plautus Festival anche in questo secondo anno di emergenza sanitaria e sociale – commentano il Sindaco Enrico Cangini e l’assessore Filippo Collinelli – è per noi motivo di grande soddisfazione. Non è stato facile, lo confessiamo, ed i sacrifici che ci siamo accollati sono ingenti: il bilancio economico del Festival ne soffrirà  ma non potevamo esimerci dal mettercela tutta per offrire alla nostra Comunità, agli artisti e al nostro fedele pubblico un segno ed uno strumento per un rapido ritorno alla “normalità”.

La mission  delPlautus – concludono gli amministratori – rivolta in particolare al repertorio del “Dramma Antico”, è stata salvaguardata. Sofocle, Aristofane, Plauto, Seneca e Shakespeare certificano la continuità di un progetto che ha fatto del Plautus Festival un vero e proprio “presidio” del Teatro Classico da ben oltre 60 anni. Si parte il 9 luglio in Località Badia di Montalto con “Dante, un pataca” di e con Ivano Marescotti. Lo spettacolo è fuori abbonamento e non è compreso nella prevendita del Plautus Festival.

Seguiranno: “Antigone” da Sofocle con Cecilia Di Giuli il 10 luglio; “Io e Pirandello” con Sebastiano Lo Monaco il 17 luglio; il 24 “Anfitrione” con gli attori del Laboratorio Teatrale; l’1 agosto “Aulularia” con Ettore Bassi; il 4 “Càsina” con Antonio Salines; il 7″Cassandra e il re” con Jun Ichikawa e Leandro Amato; il 9 “Il miles di lauto” con Gianfelice Imparato e Andrea Tidona; l’11 “Tieste” con Giuseppe Pambieri e Paolo Graziosi; il 13 “Sogno di una notte di mezza estate” con Jurij Ferrini; e infine il 19 “Pluto” con Vito.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui