Santarcangelo, un altro scooter vola nel fosso: “Via Canonica è pericolosa”

«Via Canonica? Nulla di fatto per metterla in sicurezza: lo dimostra l’incidente di pochi giorni fa». Ad affermarlo il consigliere di Un bene in Comune, Barnaba Borghini che si fa portavoce dei residenti della strada nell’omonima frazione clementina. «Ero tornato sulla questione già nell’ultimo consiglio comunale, durante l’aggiornamento del Documento unico di programmazione. Poi cinque giorni dopo, ecco un nuovo incidente». A finire nel fosso consorziale stavolta, come raccontano alcuni abitanti della zona, è stato un «motorino che verso le 3 di domenica mattina è precipitato poco più in là nella semicurva, all’altezza del civico 769». Sul posto «sono giunte due ambulanze, l’auto del medico ed i vigili del fuoco per pulire l’asfalto, oltre alle forze dell’ordine». E alcuni residenti commentano: «Sempre il solito copione. Manca il segnale che evidenzia il pericolo ed il fosso, profondo circa 2 metri e sprovvisto di banchina stradale, non tiene l’alta velocità a causa della curva piatta». Rincara Borghini che spiega: «Alla raccolta di 280 firme effettuata a metà febbraio si è data risposta solo con un limite di velocità di 70 chilometri orari, peraltro valido solo per un breve tratto e comunque poco rispettato». E il consigliere passa in rassegna altri punti: «I bidoni sono a mezzo metro dalla riga bianca, perciò gettare l’immondizia è pericoloso». E ancora: «Mancano le strisce pedonali, per non parlare della segnaletica di cui non si vede l’ombra e che invece dovrebbe evidenziare i punti rischiosi». Perché, prosegue, «chi non conosce la strada la percorre a velocità eccessiva». E dichiara: «Avevo sollecitato l’amministrazione, perché fosse perlomeno predisposto un progetto per la messa in sicurezza della via. Era la soluzione per tentare di intercettare fondi regionali, nazionali o europei». «Tuttavia dopo la raccolta firme non ho ricevuto alcuna risposta né dalla Giunta, né dagli uffici competenti. Ed ora – allarga le braccia – tutto da rifare».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui