Santarcangelo sbarca in America e stringe il “patto dei cappelletti”

SANTARCANGELO. Dopo le rispettive firme, la prima vera cartolina del gemellaggio Santarcangelo-Portsmouth è rappresentata da un bel piatto di cappelletti fumanti fotografato su una tovaglia della storica Stamperia Marchi e pubblicato dal principale quotidiano online del New Hampshire in un reportage intitolato “Dare forma all’amicizia di Portsmouth con la città italiana”. Si tratta di un piatto realizzato oltreoceano in pieno rispetto della tradizione romagnola grazie a uno speciale stampino prodotto negli Stati Uniti che, si legge sempre all’interno dell’articolo, si punta a commercializzare anche qui in Romagna.

Nuove opportunità economiche

Un invito raccolto immediatamente dall’assessore al turismo Emanuele Zangoli, che ha seguito in prima persona il gemellaggio approvato dai rispettivi consigli comunale alla vigilia di Halloween negli Stati Uniti e, simbolicamente, il 28 novembre a Santarcangelo, nel Giorno del Ringraziamento.

«Questo patto di amicizia è il consolidamento di legami attraverso cui le due città si arricchiranno reciprocamente, consentendo anche di creare nuove opportunità culturali, economiche e didattiche», aveva spiegato in modo chiaro Zangoli subito dopo l’approvazione in assise.

La taglierina e e il ripieno

Detto, fatto. Partendo proprio da cibo e tradizione. «Sto facendo oltre 500 cappelletti per Natale», ha confessato Donna Pesaresi Garganta al collega del quotidiano online che ha ricostruito nel suo reportage i legami fra il New Hampshire e la Romagna. Spiegando che «si tratta dell’eredità condivisa da tante famiglie italiane di Portsmouth come la mia che emigrarono da Santarcangelo nei primi decenni del 1900. Si fa la pasta ripiena di formaggio con una taglierina “caplitt” appositamente realizzata per accelerare il processo».

Le origini e l’officina

La taglierina di Garganta – ricostruisce l’articolo a stelle e strisce – fu prodotta negli anni ‘30 dal cugino di suo nonno, Oreste Ferrini, quando lavorava per l’officina meccanica Chadwick e Trefethen, ora situata in Borthwick Avenue. Furono realizzate solo alcune taglierine per la famiglia, ma grazie all’indagine di Garganta, Chadwick e Trefethen sono stati in grado di copiare il design e crearne altre per la sua famiglia e i suoi amici.

Acciaio inossidabile

Ora Garganta spera che lo strumento possa essere realizzato per l’acquisto su entrambe le sponde dell’Atlantico. «Poiché sono in acciaio inossidabile e ci vuole molto lavoro per installare le macchine per realizzarle, le frese costeranno circa 100 dollari ciascuna e Chadwick e Trefethen possono fare l’installazione per produrne solo una dozzina o più alla volta», rivela Garganta, aggiungendo: «Questi cappelletti sono tradizionali nella famiglia e possono essere qualcosa che le famiglie di Santarcangelo conoscono e vogliono preservare. Stiamo per scoprirlo». Chadwick & Trefethen è pronta ad accettare ordini e a gestire la spedizione in Italia. «La produzione non potrà iniziare finché non ci sarà una dozzina di ordini», chiosa la donna, mettendo a disposizione un numero telefonico per informazioni: quello di Carol Bovee a Chadwick e Trefethen contattabili allo (603) 436-2568.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui