Da Santarcangelo a Roma passando da Masterchef. Braschi apre il “1978”

Da Santarcangelo a Roma passando da Masterchef. Braschi apre il "1978"

SANTARCANGELO. Nel 2017, a neppure 19 anni anni, sbalordì il mondo della cucina italiana convincendo mostri sacri come Carlo Cracco, Bruno Barbieri, Joe Bastianich e Antonino Canavacciuolo a incoronarlo re della sesta edizione di Masterchef. Li conquistò puntata dopo puntata con l’esuberante esplosività degli accostamenti, le consistenze, il coraggio e la voglia di osare e sperimentare in ogni piatto. Due anni e diverse esperienze dopo, un libro dato alle stampe e intitolato “Mistery Box” quasi a ribadire l’innata capacità a gestire l’imprevedibile, uno stage rifiutato dallo stesso Barbieri ed effettuato da Igles Corelli, showcooking, trasmissioni televisive e viaggi “di formazione” Valerio Braschi sbalordisce di nuovo aprendo a 21 anni un suo ristorante. A Roma, il 20 novembre. «Si chiamerà 1978, sarà in via Zara 27, vicino a Villa Torlonia. Non vedo veramente l’ora di mettermi in gioco in quella che vogliamo sia una bellissima avventura. La famosissima stella è un sogno, ma ora penso solo a fare il mio lavoro al meglio: se la meriteremo sarà la Michelin a deciderlo, non noi».

I dettagli nel Corriere Romagna oggi in edicola

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *