Santarcangelo. Rifiuti pericolosi nel terreno, sequestro e denuncia

SANTARCANGELO. Le Fiamme Gialle della Stazione Navale di Rimini hanno sequestrato a Santarcangelo un’area agricola di 6mila metri quadri per violazioni alla normativa ambientale ed edilizia. Il terreno era stato trasformato in un deposito incontrollato e stoccaggio di rifiuti speciali anche pericolosi. In particolare sono state rinvenute quasi 700 (settecento) tonnellate di stampi e scarti di vetroresina, 460 (quattrocentosessanta) tonnellate circa di rifiuti costituiti da materiali inerti e legnosi, oltre una tonnellata di imballaggi in plastica e in metallo, nonché quasi 3 quintali di olio emulsionato e residui di resina, il tutto accatastato ed abbandonato al
suolo. Le operazioni si sono concluse con il sequestro dell’area e con la denuncia a piede libero dei due responsabili delle società che si sono succedute nella proprietà del sito, per la costituzione di un deposito incontrollato a mezzo abbandono di rifiuti, di uno stoccaggio di rifiuti non autorizzato e per il cambiamento della destinazione d’uso del terreno agricolo senza alcun titolo edilizio abitativo.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui