Santarcangelo, l’impresa Anelli finanzia un tratto di 200 metri del percorso ciclopedonale

La modifica di un piano particolareggiato risalente al 2007 porterà la realizzazione di un nuovo tratto di percorso ciclopedonale lungo la Marecchiese. È quanto ha stabilito nei giorni scorsi la Giunta comunale di Santarcangelo, accogliendo la richiesta di variazione avanzata dal privato proponente, l’impresa Fratelli Anelli di Sant’Ermete.

Il piano particolareggiato, approvato dal Consiglio comunale nel 2009, prevedeva l’espansione dell’attività con la realizzazione di strutture destinate alla produzione per circa 7mila metri quadrati – dopo l’abbattimento dello stabilimento attuale di circa 2.500 metri quadrati – e delle opere di urbanizzazione collegate: dalla viabilità interna al comparto ai parcheggi pubblici, fino a una rotatoria all’incrocio tra le vie Pradazzi, Marecchiese e Prati Casale.

Alla luce delle mutate condizioni economiche globali, la proprietà ha recentemente chiesto di annullare il piano particolareggiato e procedere invece al recupero funzionale dei fabbricati esistenti, rendendosi disponibile alla realizzazione a proprie spese di un tratto di pista ciclabile in adiacenza alla Marecchiese sui terreni di proprietà dell’impresa, per un tratto di circa 200 metri.

La Giunta ha accolto la richiesta avanzata dalla proprietà considerando che le opere pubbliche previste nel piano sarebbero risultate d’interesse strategico solo contestualmente alla realizzazione dell’ampliamento produttivo, mentre il nuovo tratto di pista ciclabile potrà essere collegato a quello già esistente attraverso un intervento successivo a carico dell’Amministrazione comunale. “Il dialogo costante e costruttivo tra realtà produttive del territorio e Amministrazione comunale consente di raggiungere risultati positivi anche nei casi in cui nuove condizioni sopraggiunte inducono il privato a valutazioni differenti rispetto a quelle originarie – dichiara l’assessore alla Pianificazione urbanistica, Filippo Sacchetti – un intervento di ampliamento si trasforma in un’opera di recupero funzionale, che consentirà il miglioramento delle strutture esistenti senza nuovo consumo di suolo, con un risparmio di circa 4.500 metri quadrati di edificato”.

Ringraziamo Fratelli Anelli per aver proposto una dotazione pubblica non dovuta, che porterà alla città un nuovo tratto di ciclabile. Il nostro impegno per il futuro – conclude l’assessore – dovrà essere collegare la nuova pista con quelle già esistenti o programmate: in territorio santarcangiolese il breve tratto di fronte allo stabilimento dell’impresa e il percorso in sicurezza lungo via Casale, inserito nel Piano triennale dei lavori pubblici, e nel Comune di Rimini la ciclabile presente sia lato monte che lato mare”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui