Santarcangelo, da Coop Alleanza 2mila euro per l’emporio solidale

Si è svolta questa mattina in Municipio la consegna simbolica dell’assegno da 2mila euro che Coop Alleanza 3.0 ha donato all’associazione Kombino per contribuire alla nascita e allo sviluppo del progetto dell’emporio solidale “U i è da magné”, realizzato dall’Amministrazione comunale di Santarcangelo in collaborazione con il gruppo Ci.Vi.Vo. Ven èulta.

L’assessore ai Servizi sociali e welfare, Danilo Rinaldi, ha quindi accolto nella sala della Giunta Giorgia Spada (consigliera di zona Coop Alleanza 3.0) insieme a Barbara Poggipollini dell’associazione Kombino, che attiverà una collaborazione con il gruppo Ci.Vi.Vo. Ven èulta Santarcangelo per destinare i fondi ricevuti allo sviluppo dell’emporio solidale di prossima apertura.

“Come Amministrazione comunale ringraziamo sentitamente Coop Alleanza 3.0 per la generosità e la fiducia nel progetto dell’emporio solidale, che sarà inaugurato nel mese di ottobre” afferma l’assessore Rinaldi. “Non è la prima occasione di collaborazione tra Coop e Ven èulta, e sono certo che la partnership proseguirà anche in futuro. Da parte nostra, non possiamo che rinnovare la disponibilità ad accogliere l’aiuto di tutti coloro che vorranno sostenere il progetto ‘U i è da magné’ – conclude l’assessore – con un contributo economico, la donazione di generi di prima necessità o la scelta di dedicare il proprio tempo all’attività di volontariato”.

La donazione di Coop Alleanza 3.0 rientra nell’ambito dell’iniziativa “Con i soci Coop”, che a livello nazionale sta erogando più di 200mila euro ricevuti dai soci attraverso il progetto “Dona la spesa con i punti” o provenienti dall’1% delle vendite dei prodotti a marchio Coop ai soci stessi.

Le oltre 250 richieste arrivate da enti del terzo settore, organizzazioni di volontariato ed enti locali riguardano principalmente contributi per generi alimentari e beni di prima necessità per persone fragili e profughi – sia ucraini che provenienti da altre situazioni di guerra – sostegno a famiglie in difficoltà e ad associazioni che si occupano di fragilità sociali.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui