Santarcangelo, addio a “Pinina”: “Era l’anima dell’asilo nido”

Santarcangelo dice addio a Giuseppina Nicolini, storica ausiliaria del Nido “La Mongolfiera”. Originaria di Secchiano, frazione di Novafeltria, “Pinina” si è spenta nei giorni scorsi a 73 anni.

Una vita spesa per i bambini

A ricordare l’amica è la poetessa e pittrice, Germana Borgini che, originaria di Sogliano ma di adozione santarcangiolese, aveva avviato il progetto del Nido nel 1982 dopo la nascita del secondo figlio, quando le divenne impossibile continuare il lavoro in ufficio. «Mi licenziai, tuffandomi in una nuova scommessa – ricorda–: al mio fianco in cucina c’era anche Giuseppina, piccola ed energica». Borgini lavorò 5 anni con i bimbi, prima di passare ad un nuovo impiego; mentre per l’ausiliaria alla cucina l’avventura al Nido proseguì fino alla pensione, anche se non mancarono collaborazioni con altre scuole. Ricorda Borgini: «Di recente un’insegnante de “La Mongolfiera”, all’epoca giovanissima e al primo lavoro, mi ha confidato quante cose avesse imparato da lei». E la poetessa pesca dal molo dei ricordi.

«Si arrampicava su vetri alti»

«Quarant’anni fa il 16 gennaio 1982 abbiamo iniziato il nostro lavoro all’asilo: 16 donne educatrici e inservienti, tutte giovani, alcune alla prima esperienza. Pinina era la più dinamica e attiva: si arrampicava sempre sui vetri altissimi». Capitò che «un giorno non la trovavamo, era finita sopra la cappa della cucina per pulire a fondo. Si prestava in tutti i lavori più difficili con agilità, unica. Mai una parola, mai un litigio, precisa attenta e collaborativa, riusciva a rendere meno duro il nostro lavoro. Quante risate insieme!». Li definisce anni bellissimi, perché «nonostante il lavoro gravoso abbiamo scoperto amicizia e solidarietà. Poi il tempo ci ha divise, e abbiamo continuato il lavoro per strade diverse, anche lontane, ma nel nostro cuore lei sarà sempre la nostra Pinina». Di seguito condivide le righe che ha dedicato alla defunta: «Ora ti pensiamo lassù a riordinare tutti gli angoli del Paradiso, anche se non ce ne sarà bisogno tu non perderai tempo inutilmente e farai qualcosa di speciale». Giuseppina lascia il marito Giancarlo Mattei, la figlia Katiuscia e le adorate nipoti Anna e Gioia.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui