SANTA SOFIA. Parte da Fabriano (Ancona) per fare una gita in e-bike nel comprensorio della diga di Ridracoli, comune di Santa Sofia insieme al padre e a un nutrito gruppo di ciclisti, circa 40 persone, tra questi anche delle guide locali. La ragazza di 21 anni insieme a tutto il gruppo imbocca il sentiero che parte dalla foresta della Lama e si dirige verso la diga. Arrivata in prossimità della Fonte Solforosa, per causa da accertare, è caduta rovinosamente a terra riportando un severo trauma cranico e un trauma toracico con difficoltà a respirare. Gli amici hanno chiamato il 118 che invia sul posto il Soccorso Alpino e Speleologico stazione Monte Falco che invia due squadre, quella della valle del Bidente e quella della valle del Savio e l’elicottero 118 di Pavullo nel Frignano dotato di verricello con a bordo un tecnico di elisoccorso del CNSAS. I tecnici arrivati sul posto, hanno confermato l’intervento dell’elicottero, perché la paziente continuava a respirare male. Il capo squadra nel frattempo ha fatto la valutazione ambientale e ha costatato che quella zona non era verricellabile a causa della vegetazione alta. Ha deciso di spostare la paziente più a valle in un punto che fosse atterrabile per l’elicottero. L’equipaggio sanitario del’ eli arrivato sul posto ha stabilizzato la donna e l’ha poi trasferita all’ospedale Bufalini di Cesena in codice di media gravità.

Argomenti:

ebike

Ridracoli

Santa Sofia

soccorso alpino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *