Sant’Agata sul Santerno: sulla San Vitale debutta il Photored, il semaforo che non perdona

Da oggi sarà attivo il Photored sulla San Vitale. Sul finire del 2021, nella postazione semaforica all’incrocio tra le Vie San Vitale, Roma, Baccarini, è stato applicato il Photored (rilevatore automatico delle infrazioni semaforiche). Il Comune ha deciso di installarlo, poiché da tempo all’Urp del Comune e alla polizia locale di Massa Lombarda giungevano segnalazioni di mancato rispetto del semaforo, in modalità rossa, creando situazioni di grosso pericolo soprattutto per i pedoni diretti ai popolosi quartieri di viale Baccarini, via Leopardi, via Folletti, oltre ai diversi condomini ed alla zona sportiva che si affacciano sulla via Fornace. Tutte criticità che hanno indotto l’amministrazione comunale, e il responsabile del Distretto, l’ispettore capo Sante Pollini, a decidere di installare un sistema di rilevazione automatico delle infrazioni per sanzionare chi non rispetta le norme del codice della strada e per rendere ancora più sicuro il traffico di quell’incrocio, soprattutto a favore dell’utenza più debole stato.

Il dispositivo

È stata montata una apparecchiatura Photored, del costo di 50mila euro, entrata in funzione l’altro ieri, già in grado di rilevare i passaggi con la luce rossa, ma di fatto operativa a partire da oggi. In questo periodo transitorio è stato necessario infatti testarne il corretto funzionamento, mentre da oggi, in caso di violazione, saranno elevate le sanzioni. Il rilevatore, senza l’ausilio di flash, è in grado di rilevare tutti i veicoli in transito, riprende la panoramica dell’intersezione tra le tre strade, consentendo di individuare in ogni fase le infrazioni del passaggio irregolare dei veicoli nelle diverse direzioni. In caso di violazione per passaggio con il rosso, il Codice della strada prevede una sanzione di 167 euro, con decurtazione di 6 punti dalla patente. In caso di seconda violazione nel biennio scatta anche la sospensione della patente.

L’Amministrazione

«Abbiamo voluto dotare il semaforo di questo sistema per migliorare la sicurezza in un tratto di strada che è il più trafficato di tutta la Bassa Romagna, con i suoi 20mila veicoli al giorno e molto traffico pesante – spiega il sindaco Enea Emiliani –. Inoltre, l’incrocio in questione è molto delicato perché unisce due parti densamente abitate del paese: la parte a sud della San Vitale con tutto il quartiere dell’ex campo sportivo e la parte a nord con il centro storico. Da quell’incrocio transitano tanti pedoni, per lo più bambini e ragazzi, per raggiungere le scuole, i servizi del centro, gli impianti sportivi, la stazione dei treni e le fermate degli autobus».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui