Sant’Agata Feltria, i mercatini del “paese del Natale”

Sant’Agata Feltria cala il tris del “Paese del Natale”. Dopo aver incassato tanta partecipazione di pubblico e molti apprezzamenti per le scenografie e gli eventi, la 25ª edizione dell’appuntamento d’inverno più importante del centro Italia per gli appassionati di mercatini natalizi, è pronta ad un altro grande appuntamento, domenica 12 dicembre.

“La caratteristica originale del ‘Paese del Natale’ è l’aver saputo unire l’atmosfera e le proposte di alto artigianato del mercatino natalizio, con una sapiente declinazione dell’elemento religioso caratterizzante il Natale: il presepe nelle sue varie forme, la Discesa dell’Angelo, le musiche tradizionali degli zampognari. – sono le parole del presidente Pro Loco, Stefano Lidoni – Questo mix ha da sempre caratterizzato S. Agata Feltria e si è rivelato vincente. Una bella festa comunque in sicurezza, grazie anche al protocollo siglato con le Forze dell’Ordine, il Green Pass obbligatorio e i controlli a campione”.



Il “Paese del Natale” richiama migliaia di visitatori da ogni parte del BelPaese. Oltre 140 espositori garantiscono proposte idee regalo, oggetti di artigianato artistico e decori di gusto raffinato, il tutto avvolto in un’atmosfera ricca di fascino e di antiche tradizioni, una festa fatta di regali, presepe vivente, spettacoli, concerti, eventi. Secondo gli organizzatori sono attesi oltre 100.000 visitatori.

Una proposta da leccarsi i baffi per chi ama la buona tavola è il percorso gastronomico “I piatti dell’Avvento”, menù degustazione preparato secondo usi e tradizioni del Natale nei ristoranti di Sant’Agata Feltria (Trattoria Bossari, Ristorante Falcon, Trattoria Ciccioni, Ristorante Il Palazzo, Ristorante Gaggiola, Osteria Madamadorè Novafeltria).
“Il Bue” e “L’Asinello” sono invece i due gustosi, lunghi, menù che si possono apprezzare nell’accogliente atmosfera della “Mangiatoia”, l’ampio stand coperto e riscaldato all’interno dell’area fieristica. 500 posti a sedere e piatti del menù dell’Avvento: antipasti, primi piatti con cinghiale, fonduta e ovviamente funghi e tartufo, secondi piatti (ad esempio baccalà, lenticchie e ancora funghi e tartufi) e dessert.

La manifestazione giunta al suo primo quarto di secolo, ritorna dal vivo con molte proposte.

La Regina delle Nevi, il presepe meccanico e i video sono alcune delle novità che attendono i visitatori in questa edizione del venticinquesimo.
La Regina delle Nevi sarà allestita nella Casa di Ghiaccio alta 5 mt per 5.
Il presepe meccanico presenta statue alte 1 metro, allestito con l’associazione Gualtieri in un locale di piazza Garibaldi. Parte dell’ingresso di questo presepe sarà devoluto in beneficienza.

Una Natività a grandezza naturale è allestita presso la Casa di Babbo Natale.
È previsto anche lo spettacolo itinerante degli zampognari, quest’anno sulla scalinata che porta a Rocca Fregoso.
Spettacolare e suggestiva è la “Discesa dell’Angelo” dalla torre civica (la torre dell’orologio nel palazzo comunale) a piazza Garibaldi, prevista due volte al giorno (ore 12.30 e ore 17.30). Una volta disceso, l’Angelo attraversa la piazza per andare da Maria e Giuseppe per l’Annunciazione sotto il portico del Teatro Mariani. Questo suggestivo momento sarà seguito da un video che racconta la Fuga in Egitto della Sacra Famiglia, e i fuochi d’artificio.
In piazza Garibaldi sono proiettati anche video dei volontari Pro Loco in azione prima e dopo la manifestazione, e del “Paese del Natale”.

“Il Paese di Natale” è a misura di famiglia. “Bambini e famiglie sono e saranno sempre più protagoniste della manifestazione, con proposte pensate proprio per loro” assicura Marco Davide Cangini della Pro Loco Stefano Lidoni. Ai bambini è infatti dedicata un’intera piazza, Piazza del Mercato ribattezzata per l’occasione “Piazza dei Bambini”. Comprende la “Casa di Babbo Natale e degli Elfi” (è perfino possibile consumare gratuitamente la cioccolata calda e il biscotto di Natalina) nella quale il segretario di Santa Claus ritira le letterine (dalle 10 alle 18 di ogni appuntamento) che i bambini indirizzano alla simpatica figura vestita di rosso. I bimbi vivono un momento magico, ansiosi di vedere realizzati i loro sogni, avvicinandosi stupiti per consegnare le loro letterine al segretario di Babbo Natale, pronto ad accogliere i loro desideri.
Gli sparaneve “producono” neve artificiale ad orari alternati.

La quarta giornata del “Paese del Natale” è prevista domenica 19 dicembre.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui