Gli operatori della sanità privata hanno presidiato l’ ingresso del Maria Cecilia Hospital di Cotignola e manifestato per chiedere il rinnovo del contratto. Era presente un centinaio di persone tra sindacalisti e lavoratori giunti da tutta la regione, a cui se ne sono aggiunte una ventina interne alla struttura privata.
Il tutto organizzato dalla dirigenza regionale della Fip-Cgil.
I dipendenti della sanità privata protestano per il rinnovo del contratto di lavoro, scaduto da oltre 14 anni; la scintilla che ha incendiato gli animi è la trattativa in corso a livello nazionale, improvvisamente saltata dopo l’accordo preliminare fra le parti. «La sanità privata sta prendendo sempre più piede sulla pelle dei lavoratori – ha detto una sindacalista -. È ora di non aver più paura, l’ unica che dobbiamo avere è quella di continuare a lavorare in questo modo inaccettabile».Il direttore generale della struttura di Cotignola, Lorenzo Venturini, ha dichiarato: «Il rinnovo del contratto, come già noto, è in capo ad Aiop, ma come cittadino e direttore generale di Maria Cecilia Hospital auspico che si arrivi a una soluzione condivisa e definitiva per tutti i lavoratori nel più breve tempo possibile».

Argomenti:

contratto

manifestazione

maria cecilia hospital

PRESIDIO

sanità privata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *