Sanità, allarme dei sindacati per gli organici, risponde l’assessore

Sanità, allarme dei sindacati per gli organici, risponde l'assessore


BOLOGNA. I sindacati lanciano l’allarme organici nelle strutture sanitarie.
L’assessore regionale alle Politiche per la Salute, Sergio Venturi, replica alla nota di Cgil, Cisl e Uil. «Come sempre, la Regione Emilia-Romagna è disponibile al dialogo per trovare soluzioni condivise ai problemi. È un invito, quello dei sindacati, che colgo volentieri. Ma non esiste che si dica che in Emilia-Romagna si fanno politiche sanitarie di facciata. E oltre 10.000 assunzioni negli ultimi 3 anni sono fatti concreti, non di facciata».


«Voglio ricordare – prosegue l’assessore – alcuni numeri: nella sanità dell’Emilia-Romagna abbiamo un turnover da record, mediamente del 120% e con punte superiori al 150% per gli infermieri e 131% per i medici. Le assunzioni nei primi 3 mesi del 2019 toccano le 1.200 unità, con una media di 400 al mese; le stabilizzazioni, in prosecuzione degli accordi sottoscritti con le organizzazioni sindacali, sono 303. E anche l’età media dei medici si abbassa: nel 2009, quelli con meno di 44 anni erano il 30%, a fine 2018 sfiorano il 40%. E il loro numero complessivo è passato da 9034 del 2015 a 9308 di oggi, che vuol dire un +3%».

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *