San Piero, tornano i turisti danesi per pittura, cucina e lingua

Dopo due anni di forzata assenza, torna a San Piero un nutrito gruppo di turisti danesi, accompagnati dall’operatore turistico Ib Larsen, cittadino onorario del Comune di Bagno di Romagna. È lui stesso ad annunciarlo con grande gioia: «Ormai sono sicuro: niente più ostacoli Covid: 25 danesi arrivano mercoledì 8 settembre. Tanta, tanta nostalgia e gioia di tornare dopo quasi due anni!». Si tratta del gruppo più numeroso arrivato a San Piero negli ultimi anni, e come è ormai tradizione comprenderà appassionati di pittura che si sparpaglieranno per il paese alla ricerca di vedute da dipingere con acquerelli, studenti di italiano che frequenteranno la scuola di Palazzo Malvisi a Bagno di Romagna e appassionati di cucina che si dedicheranno a lezioni presso alcuni ristoranti. «Sarà una settimana intensa e meravigliosa”, continua Larsen. Tante le visite e le esperienze in programma, da Sarsina a Bagno di Romagna, da Balze a Ravenna e Cervia, e poi la sempre emozionante ricerca del tartufo. Il gruppo sarà ricevuto dal sindaco Marco Baccini per un saluto e alloggerà tutto a San Piero, tra strutture ricettive e appartamenti. «Per noi sarà bello tornare – commenta il concittadino onorario – È strano però dover portare la mascherina di nuovo. Ormai la Danimarca non ha più nessuna restrizione, speriamo che continui così. Non vedo l’ora di rivedere tutte le brave persone di San Piero, Bagno di Romagna e dintorni». Riprendono dunque anche i soggiorni degli amici danesi, un ulteriore segnale di fiducia e di speranza. Sono passati ben più di 10 anni da quando si è allacciato questo rapporto, che nel tempo si è rafforzato. Ib Larsen, console onorario d’Italia ad Aarhus e presidente della Società Dante Alighieri, contattò la scuola di italiano per stranieri di Palazzo Malvisi e l’allora direttore Cesare Portolani. Con la collaborazione del consorzio “Natura e Natura” e dell’amministrazione comunale, l’amicizia si è consolidata ed i rapporti con la Scuola Palazzo Malvisi si sono intensificati: le insegnanti, nel corso del 2021, si sono recate due volte ad Aarhus, dove tra una lezione di italiano e l’altra ci scappa sempre anche una serata a base di piatti tipici dell’Alto Savio.

I

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui