San Piero, stop alla diabetologia all’Angioloni: scatta la protesta

I «disservizi Usl», e in particolare «l’interruzione da mesi del servizio di diabetologia presso l’ospedale Angioloni», sono al centro di un’interrogazione rivolta al sindaco di Bagno di Romagna dal gruppo di minoranza di centrosinistra “Insieme per il futuro”.

Tra l’altro, si chiede di valutare la possibilità di promuovere iniziative pubbliche e di valore mediatico per richiamare l’attenzione sul problema, così come si fece in occasione della chiusura della E45 per lamentare la mancanza di strade alternative.

«L’eliminazione del servizio di diabetologia – si evidenzia nell’interrogazione – si aggiunge alla lunga lista di quelli sospesi in occasione della pandemia Covid e non ripristinati o ripristinati marginalmente, quali Igiene pubblica e medicina legale, ecografia, pneumologia, neuropsichiatria infantile».

Le principali lamentele per il disagio arrivano dai diabetici, costretti a spostarsi a Cesena per usufruire delle necessarie prestazioni. Il servizio presso l’Angioloni – si sottolinea – serviva un vasto bacino d’utenza, con cittadini anche dei comuni di Verghereto, Sarsina e Mercato Saraceno. La lunga sospensione viene considerata «inaccettabile».

Sulla situazione sanitaria locale, dunque, «si continuano a ritenere necessari urgenti miglioramenti, nel rispetto degli utenti e dell’equità di trattamento per tutti i cittadini, indipendentemente dal luogo di residenza». E occorre avviare anche per i cittadini della montagna l’attuazione dei principi contenuti nella Carta dei Servizi Ausl che richiamano ad una sanità «equa, solidale ed efficiente».

“Insieme per il futuro” è molto battagliera: «L’apparente inerzia, incapacità o impossibilità dell’Ausl Romagna di migliorare le ormai croniche carenze locali porta a pensare alla necessità di iniziative atte a richiamare l’attenzione sulla situazione. Si chiede pertanto se l’amministrazione non ritenga giunto il momento per iniziative pubbliche di rilievo mediatico, congiuntamente con le vicine amministrazioni». E se non sia opportuno proporre un documento agli organi dell’Unione Valle del Savio.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui