San Piero, Piazza Martiri 25 luglio 1944: concorso di progettazione per riqualificarla

Anche Piazza Martiri 25 luglio 1944 a San Piero entra nel programma delle riqualificazioni dell’Amministrazione comunale, che ieri ha bandito un concorso nazionale di progettazione con procedura aperta in due gradi per la realizzazione della”Riqualificazione della Piazza Martiri 25 Luglio 1944, San Piero in Bagno.”

“La riqualificazione di Piazza Martiri – spiega il sindaco Marco Baccini – rientrava nelle volontà di intervento dell’amministrazione nell’ambito dell’obiettivo di mandato della riqualificazione delle aree verdi e dei giardini dei nostri borghi. Non appena è sorta la possibilità, quindi, abbiamo avviato le procedure per avere un progetto disponibile e per reperire i finanziamenti utili ai lavori. Da una parte – evidenzia Baccini – abbiamo avviato il concorso di progettazione con un contributo di 50.000 euro, ottenuto mediante il Fondo concorsi di progettazione e idee. Dall’altra, abbiamo già avanzato domanda di finanziamento per l’esecuzione delle opere di riqualificazione all’interno del PNRR per un valore di 1.100.000 euro.

Intanto, grazie alla collaborazione ed al lavoro del Settore Lavori Pubblici comunale e della Stazione Unica Appaltante dell’Unione Valle Savio, abbiamo lanciato il terzo concorso di progettazione del nostro mandato amministrativo, dopo quello relativo alla sede della Scuola Media e del Centro Sportivo comunale e dell’area dell’Ex Vivaio”.

Oggetto del concorso è l’acquisizione di un progetto di fattibilità tecnica ed economica, con la conseguente individuazione del soggetto vincitore a cui verranno affidate le fasi successive della progettazione.

La finalità del concorso è quella di selezionare tra i progetti presentati la migliore proposta progettuale che consenta di conseguire la riqualificazione funzionale e materiale della piazza Martiri 25 luglio 1944, che dovrà determinare la creazione di una nuova scenografia urbana, tale da indurre un ambiente riqualificato, attivo e stimolante, anche sotto l’aspetto economico, con il scopo di innalzare il livello di attrattività del centro storico di San Piero.

“Alla base del concorso – spiega il sindaco – abbiamo posto l’esigenza di creare uno spazio urbano coerente con la storia del luogo e degli immobili storici connessi con il medesimo, ma allo stesso tempo di renderlo coerente con lo sviluppo scolastico in corso di definizione, richiamando anche le risultanze del questionario pubblico condiviso con la Comunità nel 2018, al quale parteciparono 549 cittadini.

Si tratta di un concorso a doppio grado in forma anonima garantita dalla creazione di codici alfanumerici, gestito con la collaborazione dell’Ordine Nazionale degli Architetti. La prima fase è aperta a tutti i soggetti ammessi ed avrà come oggetto l’elaborazione di una proposta ideativa. I primi 4 classificati potranno invece accedere alla seconda fase, nella quale è richiesto lo sviluppo progettuale dell’idea creativa. Il primo classificato riceverà poi l’incarico di redigere il progetto definitivo ed esecutivo, utile alla cantierabilità.

Per i tempi, il calendario delle operazioni di concorso prevedere che l’intera procedura termini a marzo 2023, quando si potrà anche conoscere l’esito della domanda di finanziamento avanzata dall’Amministrazione comunale nel PNRR.

Credo che sia un altro percorso utile e importante che avviamo per la nostra Comunità – conclude il sindaco Marco Baccini – e che va a toccare un luogo sensibile di San Piero in Bagno, attrattore della vita sociale ma degradatosi troppo anticipatamente. Un progetto che proietta nel futuro il lavoro di questa Amministrazione e che denota anche la nostra intenzione di lavorare costantemente per lo sviluppo del nostro Comune”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui