San Piero, lavori sul municipio bloccati da burocrazia e Covid

Praticamente da Natale i lavori di adeguamento sismico al palazzo del municipio sono fermi, ma presto dovrebbero riprendere. Il problema è che si è resa necessaria una variante sostanziale ai lavori sulla copertura, con la necessità delle relative autorizzazioni di Soprintendenza e dell’Ufficio regionale preposto. L’iter relativo a questa variante si sta concludendo in Regione e quindi l’amministrazione conta che a breve la ditta incaricata possa riprendere i lavori. L’intervento, dopo il contratto d’appalto registrato l’1 ottobre 2019 e con una durata prevista in 326 giorni, aveva già subito rallentamenti, anche a causa di problematiche dovute all’emergenza Covid. La ditta realizzatrice è la “Bisdio Srl” di Roma e sul cantiere normalmente lavoravano 9-10 operai, che magari arrivavano tutti con un unico pulmino. Con le norme anti-Covid di distanziamento anche i trasferimenti sarebbero diventati più impegnativi e più onerosi. L’intervento per il miglioramento sismico del municipio riguarda il consolidamento dei setti murari in pietra, la riduzione nel numero delle aperture interne, la cerchiatura con profili metallici di aperture interne, la cerchiatura a supporto delle porte ad arco al piano terra, la sistemazione di pareti lesionate, l’introduzione di catene metalliche, la demolizione e ricostruzione del solaio e delle strutture di copertura. L’edificio fu progettato nel 1921 dall’ingegnere Mario Folchi Vici, responsabile degli uffici in zona del Genio Civile, dopo i terremoti del 1918 e 1919.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui