San Mauro, riparte il teatro sotto le stelle di Villa Torlonia

È pronto a ripartire il teatro sotto le stelle, in un entroterra che ama lasciarsi condurre da un divertimento intelligente. La cooperativa Sillaba di Stefano Bellavista e Roberto Mercadini lancia Revèrso nella sammaurese Villa Torlonia, ed Elsinore al Castello di Gatteo.

A Villa Torlonia la parola ha un ruolo centrale, specialmente nel riverbero che la poesia di Pascoli continua a emanare; con i versi si esaltano risate e buonumore, chicche in prima visione, musica e corpo d’attore. Lo spazio più raccolto di Gatteo offre gustosi monologhi, molti al femminile, teatro canzone e un’apertura da prova d’attore.

San Mauro Pascoli: qui Revèrso

Sono sei gli spettacoli con un’apertura di gran richiamo; sabato 18 giugno alle 21.30 Roberto Mercadini e Guido Catalano presentano la nuova produzione “Cose che non avremmo sperato di potervi dire”, primo spettacolo a due di questa coppia di personaggi unici. Diversi ma entrambi imprevedibili, l’uno romagnolo, l’altro torinese, si sono trovati con ammirazione reciproca, e ora sperimentano una modalità interattiva attesa dai fan.

Un classico della comicità emiliana è Vito, Stefano Bicocchi da San Giovanni in Persiceto. Martedì 28 giugno l’attore diverte con “La felicità è un pacco (Vita spericolata di un negoziante ai tempi di Amazon)” scritto da Francesco Freyrie e Andrea Zalone, già collaboratore di Maurizio Crozza. La regia è di Daniele Sala.

La versione più irruenta e “pataca” della comicità romagnola è di scena il 12 luglio quando arriva Paolo Cevoli per un’altra Anteprima Torlonia. Il riccionese, bolognese di adozione, presenta “Lezioni di marketing romagnolo” in cui esalta la sua anima più profonda di imprenditore, di uno che gli affari li sa fare. Lo spettacolo fa seguito a una serie di video e un libro a tema marketing.

La stand-up comedy sale in cattedra il 23 luglio, con uno dei volti del momento; Michela Giraud in “La verità, nient’altro che la verità, lo giuro (reloaded)”. È un cult show in cui convoglia di tutto un po’; ansie materne, denuncia contro «la setta delle curvy», studio sulle «fregne con l’ukulele», sui «maschi bianchi etero» protetti, rivelando le sue brillanti doti.

È tutto dedicato alla poesia teatrale il ritorno di “Paesaggio con fratello rotto. Rito sonoro” del Teatro Valdoca di Cesena che riporta in villa Mariangela Gualtieri, il 26 luglio. È un estratto della trilogia di Cesare Ronconi cominciata nel 2004; già un anno fa in “Ciò che ci rende umani” la poeta della Valdoca presentò questo estratto dalla poetica estremamente attuale.

Si chiude sabato 30 luglio con la musica d’autore di Giovanni Truppi in concerto. Il cantautore, premiato dal Mei e dal Festival di Sanremo, è stato messo in luce dalla ribalta pop più per i suoi outfit con canottiera. Presenta l’album “Tutto l’universo” con band rinnovata.

Lo slam poetico

Fra gli extra si segnala, venerdì 5 agosto per il Giardino della poesia, “Multiversi poetry slam”, sorta di competizione poetica pop condotta da Roberto Mercadini. Nella sala delle Tinaie c’è da vedere la mostra di Simone Pellegrini “Escaptura” dal 9 luglio al 4 settembre, da martedì a domenica.

Biglietti: www.liveticket.it
Info: 370 3685093

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui