San Mauro Pascoli, via al restauro del giardini storici tramite il Pnrr

Il Comune di San Mauro Pascoli, grazie alle risorse del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, avvia il restauro e la valorizzazione dei giardini storici presenti sul territorio sammaurese, con l’obiettivo di promuovere l’identità dei luoghi caratteristici, di interesse culturale. I progetti candidati sono il restauro del giardino del Compendio Domus Pascoli e il restauro del giardino storico di Villa Torlonia – Parco Poesia Pascoli.

“Abbiamo deciso di cogliere anche questa opportunità prevista dal PNRR, candidando ben due progetti nella stessa linea di intervento – spiega il sindaco Luciana Garbuglia – Ringrazio gli uffici che in tempi record hanno sviluppato due progetti che riguardano entrambi i nostri giardini storici presenti sul territorio: quello del Compendio Domus Pascoli e quello di Villa Torlonia. Si tratta di un’opportunità unica per rigenerare gli ambienti esterni del nostro patrimonio culturale e valorizzare il nostro patrimonio paesaggistico, con benefici per la comunità e per i nostri visitatori”:

I due interventi sono finalizzati alla rigenerazione e riqualificazione di parchi e i giardini italiani di interesse culturale; al rafforzamento dell’identità dei luoghi, del miglioramento della qualità paesaggistica, della qualità della vita e del benessere psicofisico dei cittadini e alla creazione di nuovi poli e modalità di fruizione culturale e turistica; e inoltre con l’obiettivo di promuovere attività educative e una rinnovata sensibilità ambientale e paesaggistica.

Domus Pascoli

Il primo progetto candidato riguarda il giardino del Compendio Domus Pascoli, che comprende la casa natale del poeta Giovanni Pascoli, la Chiesetta della Madonna dell’Acqua – Cappella dei Caduti, l’Ex Gerontocomio (oggi Casa della Musica) e l’Ex Scuola dell’Infanzia (futuro Centro di Documentazione e Consultazione del patrimonio Pascoliano). Il progetto, per un ammontare complessivo di euro 515.000,00 , mira a ripristinare le caratteristiche architettoniche e naturalistiche originarie dell’intervento unitario del 1933 (Maioli) e all’adeguamento dei percorsi in modo da consentire una maggiore fruibilità generale del parco. L’obiettivo è quello di rendere vivo e vitale tutto il Compendio, inserendovi elementi di valore artistico e culturale. Puntiamo a ricreare il giardino all’italiana, incentrato sulla presenza della vasca d’acqua, con l’impianto di adduzione a zampilli e i decori originali, integrando il vicino monumento al Poeta, e prevedendo un percorso ritmicamente segnato dalla presenza di un filare di cipressi, albero pascoliano per eccellenza. Completerà la riqualificazione un’ installazione artistica diffusa, costituita da 16 opere di un’unica serie, dislocate nel giardino storico, ognuno dei quali vicino ad uno dei pini che commemorano i Caduti della Grande Guerra, in un afflato di arte e memoria. Il progetto comprende anche il ripristino di tutta la cancellata a perimetro del Compendio, di grande valore artigianale ed artistico.

Villa Torlonia

Il secondo progetto candidato riguarda il restauro del giardino storico facente parte del Compendio Villa Torlonia – La Torre. L’intervento, per un ammontare complessivo di euro 1.079.960,39, è volto a restituire il giardino alla collettività attraverso non solo un recupero nel senso più ampio del termine, ma anche a tenere legati valori storico-culturali e valori ambientali, con l’implementazione della biodiversità. L’obiettivo sarà quello di rigenerare, riqualificare e riempire di contenuti l’area, ponendo in continuità l’area esterna con gli ambienti interni della Villa; garantire accoglienza e accessibilità del pubblico, con la definizione di percorsi e laboratori dedicati alle scuole e ai turisti, e infine rafforzare l’identità storico culturale del luogo, legando l’intervento al contesto agricolo del passato, e migliorando al contempo la qualità paesaggistica. Il rinnovato giardino di Villa Torlonia sarà location ideale per attività di outdoor education, per riscoprire il patrimonio paesaggistico del territorio e per far fruire al pubblico la storia e la cultura del Parco Poesia Pascoli in continuità con l’offerta museale già ricca e consolidata.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui