San Mauro Pascoli, morto l’ultimo sensale della zona

Morto il “sensale” Carlo Casali. Era nato a San Mauro Pascoli e viveva a Ponte Ospedaletto di Longiano. All’età di 64 anni, continuava a frequentare i mercati dei bovini, tra cui quelli di Novafeltria e di San Piero in Bagno. Ma da quando aveva avuto il Covid, l’anno scorso, non si era più ripreso. Dopo essere stato ricoverato alcuni mesi in ospedale a Cesenatico era stato trasferito alla Rsa “Il Castello” di Longiano, dove sabato il suo cuore ha cessato di battere.

Il funerale si svolgerà domani mattina alle 10, alla chiesa parrocchiale di San Mauro Pascoli. Poi la salma sarà cremata e le ceneri saranno tumulate nel locale cimitero.

Il mestiere di sensale in passato era molto in voga e aveva visto Carlo Casali fin da giovane attivo sia nelle fiere di bovini sia in altre situazioni dove poteva fare il procacciatore di affari. Nelle fiere di un tempo la compravendita di bovini o di altro bestiame di pezzatura grossa (cavalli, asini) o più minuta (suini, pecore, capre) avveniva sempre con la presenza del sensale, una sorta di mediatore che garantiva le parti e percepiva un compenso. Il venditore era tranquillo sul fatto di essere pagato e il compratore di non ricevere animali malati o di provenienza furtiva. Il sensale, infatti, sapeva riconoscere eventuali capi con patologie, conosceva le parti del contratto e poteva evitare eventuali truffe.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui