San Mauro Mare: “Qui non c’è posto”. Baby atleti e genitori restano senza hotel

Il maxi torneo di calcio giovanile (11° Romagna Cup “Memorial Francesco Rossi”), in svolgimento su tutto l’arco della Riviera da Cervia a Bellaria, è iniziato davvero in maniera pessima per una squadra e relativi accompagnatori (poco meno di 60 persone) arrivati da Torino con un autobus privato e che si sono ritrovati all’improvviso… senza un posto in cui poter dormire.

Colpa, forse, di una incomprensione tra il tour operator che aveva mediato per l’organizzazione della trasferta ed un paio di hotel appaiati nella zona di San Mauro Mare. Fatto sta, che in piena notte, la squadra si è ritrovata senza un letto su cui poter riposare, il tutto a poche ore dal fischio d’inizio del primo match ufficiale di gara e dopo uno stancante viaggio del Piemonte alla Romagna.

Per dirimere la situazione e trovare sistemazione al nutrito gruppo squadra che arrivava dalla periferia torinese è servito anche l’intervento della pattuglia in turno serale – notturno della polizia locale di San Mauro Pascoli.

La squadra era arrivata nel pomeriggio. Gli alloggi che dovevano ospitarli sembravano non essere ancora pronti e a disposizione. Così, per ingannare l’attesa, aspettando l’ora del pasto tutti (soprattutto i giovani atleti) sono andati in spiaggia per prendere un po’ di sole e fare il bagno, prima di prendere posto in hotel.

Le brutte sorprese sono iniziate all’ora di cena. Quando prima in albergo pareva vi fossero soltanto alcune stanze disponibili: poche rispetto al numero di persone che dovevano alloggiare.

Poi al referente della squadra sono state consegnate le chiavi di una vicina dependance che avrebbe dovuto risolvere il problema di alloggio per tutti. Si trattava di stanze che però in parte non erano in alcun modo adatte ad ospitare dei minorenni. Altre, poi, erano anche già occupate da clienti arrivati prima e che non avevano alcuna intenzione di “mollare il letto” per la notte.

Sul posto a quel punto sono arrivati precipitosamente sia la referente del tour operator cervese che aveva “organizzato” il soggiorno. Sia la polizia locale di San Mauro. Sono partiti febbrili telefonate con la speranza di riuscire a trovare sistemazione per 60 persone. Un’impresa in un contesto da tutto esaurito sulla riviera: visto che il solo torneo di calcio in corso aveva richiamato sul litorale cesenate attorno alle 6.000 presenze tra atleti, ed accompagnatori. La situazione è stata risolta dalla Polizia locale e dalla solidarietà tra albergatori. Prima una buona fetta del gruppo è stata sistemata presso un albergo savignanese dell’entroterra, ed il rimanente del gruppo ha trovato sistemazione tra Bellaria ed Igea Marina, in due hotel che hanno dato la disponibilità. Le operazioni di sistemazione del bus da Torino si sono concluse attorno alle 23.30.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui