San Mauro, Giardino della poesia alla 25ma edizione

Da venticinque anni la casa del famoso poeta sammaurese accoglie un pubblico attento e curioso attorno al verbo de “Il Giardino della poesia”, evento in sinergia tra Comune e Sammauroindustria. La 25ª edizione si rinnova dal 21 luglio al 5 agosto per dieci appuntamenti, ognuno dei quali affronta la poesia con stile e modalità differente. La manifestazione è una sorta di rito senza tempo ancora oggi attesa come le stellate d’estate; piccoli ma preziosi eventi che hanno l’ambizione di lasciare un segno come fa sapere il direttore artistico Gianfranco Miro Gori: «La poesia può esprimersi in svariate tipologie di forme. Il nostro Giardino è passato dalla direzione di David Riondino alla mia, dalla scelta di spettacoli di repertorio a produzioni create ad hoc che vorremmo girassero anche altrove». «È importante sostenere gli artisti in questo momento – aggiunge la sindaca Luciana Garbuglia – e artisti che portano linfa alla poesia di cui è intrisa questa nostra terra sammaurese».

Lucilla Giagnoni
per l’Accademia Pascoliana

L’evento clou del Giardino della Poesia, sostenuto dall’Accademia Pascoliana nella corte di Villa Torlonia, domenica 1 agosto alle 21.15, è “Poesie e luoghi dell’anima: Giovanni Pascoli letto da Lucilla Giagnoni”. L’attrice dopo anni di carriera oculata si è messa in luce di recente per avere letto l’intera Divina Commedia a puntate (trasmessa da Rai 5). «La scelta è caduta su di un’attrice intellettuale e impegnata – sottolinea Daniela Baroncini presidente dell’Accademia Pascoliana –. Sembra facile leggere Pascoli ma non lo è. Ho concepito la serata come un concerto con poesie legate alla sfera famigliare intima del poeta, oltre a dei classici».

Giagnoni, che recita sulle musiche di Paolo Pizzimenti, commenta: «La poesia è il tema centrale dei miei ultimi lavori, penso che non ci salveremo se non riusciremo a coltivare una mente poetica che non ha perso il contatto col cuore».

Gli altri eventi

L’apertura, il 21 luglio alle 21.15 a Casa Pascoli, vede il ritorno di David Riondino voce recitante, insieme all’organetto di Alessandro D’Alessandro per “Diventare qualcun altro, le Metamorfosi di Ovidio e dintorni”. Interessante, il 23 luglio, è la presenza dello scrittore Ermanno Cavazzoni, gettonatissimo nell’anniversario felliniano per il suo “Poema dei lunatici” e per avere dato voce al film di Elisabetta Sgarbi sugli Extraliscio. Presenta “Il mio Pascoli” il suo poeta prediletto. Musica e protesta al femminile lunedì 26 luglio, con Paola Sabbatani trio in “Vincenzina e le altre” canti di lavoro, di lotta e libertà. Un mattatore amato è Ivano Marescotti che a Villa Torlonia il 27 luglio accoglie con il suo “Dante un patàca” ispirato alla Divina Commedia e a Francesco Talanti. Appuntamento raffinato il 29 luglio; Gianfranco Miro Gori ripercorre gli anni del santarcangiolese “Circolo del giudizio” fucina di poeti che hanno creato un movimento unico. Il 2 agosto si proietta il film di Marco Martinelli “Vita agli arresti di Aung San SuuKyi” con Ermanna Montanari, sull’arresto del Premio Nobel birmana; il 3 agosto Roberto Mercadini conduce “Multiversi poetry slam” sorta di gara fra un ensemble di poeti.

La Banda

La Banda di San Mauro Pascoli di Fabio Bertozzi torna protagonista di due eventi; il 25 luglio a Villa Torlonia in “Bandler ovvero Baudelaire per band-a” fra musica operistica e rock con le voci recitanti di Mirko Ciorciari e Paolo Summaria. Chiusura il 5 agosto con un omaggio a Kurt Weill attraverso “L’Opera da tre soldi” di Brecht.

Ingresso gratuito.

Info: 0541 934084

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui