San Mauro, furti nelle Bmw di volanti e componentistica

Almeno tre colpi nella stessa notte e a distanza di pochi metri. Dopo i ladri di marmitte catalitiche, irrompono i ladri di componentistiche di auto Bmw, soprattutto plance e volanti. E ieri sera sui social è stato fatto circolare un video di telecamere di sicurezza con due giovani in bicicletta che sono indicati come presunti autori dei furti.

Nel mirino ci sono le Bmw con un modus operandi praticamente in fotocopia: rottura del vetro laterale più piccolo, apertura dell’auto, smontaggio del volante, smontaggio dei fanali, e/o asportazione dell’intero quadro elettronico. Nel primo caso il danno ammonta sui 1.500 euro, nel secondo a 2.000 e nel terzo da 10 a 15.000 euro.

Nella zona parcheggi dell’area residenziale nelle vicinanze del nuovo Conad e dell’area verde “Beata Vergine delle Grazie di Fiumicino”, tre Bmw sono state saccheggiate nella stessa notte. Per tutte c’è stata la rottura del cristallo laterale, poi smontaggio e asportazione del volante, e in un caso, anche asportazione dell’intero quadro elettronico centrale.

Un delle tre auto, nuova di zecca è stata sottratta a una concessionaria Bmw di Rimini, che l’aveva affidata a un suo collaboratore. «Abito a San Mauro Pascoli per mia scelta dal 2013 – afferma – ma lavoro da anni a Rimini e posso confermare che le Bmw piacciono anche ai ladri. Basti pensare che nel mio caso avevo lasciato un borsellino in auto, con all’interno 150 euro e le carte di credito. I ladri, a mio parere erano più d’uno, una volta entrati l’hanno visto per forza, ma se ne sono disinteressati, puntando unicamente al volante che nuovo costa oltre mille euro. L’hanno staccato senza fare altri danni, come se fossero dei veri meccanici. L’auto aziendale quindi è rimasta priva di volante e dovrà installare un nuovo vetro laterale».

La stessa dinamica l’ha subita un’altra Bmw a poche decine di metri. Peggio è andata a una terza, abbastanza vicina alle altre due: oltre al volante hanno sfilato tutta la componentistica centrale. «Se l’asportazione i ladri l’hanno fatta in maniera chirurgica, ma dubito – dice l’esperto – il danno potrebbe ammontare a 10mila euro. Se hanno tagliato malamente tutti i collegamenti e deve essere ricostruito tutto per filo e per segno, la spesa potrebbe lievitare a 15mila».

Il volante potrebbe essere rivenduto magari a metà prezzo anche online, ma la componentistica centrale non ha mercato: «contiene però vari chips e meccanismi – precisal’esperto – e può servire comodamente per duplicare carte di credito o similari». Non hanno toccato le luci: «Lo smontaggio dei fanali è un’operazione che richiede molti più minuti rispetto al solo smontaggio del volante».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui