San Marino: tirapugni in tasca, minorenne nei guai

Trovato con un tirapugni in tasca. Denunciato un minorenne già “graziato” dal tribunale: era infatti sottoposto al regime di esperimento probatorio. A segnalarlo nuovamente alla magistratura è stata la Gendarmeria che con tutti propri reparti ha condotto nelle ultime settimane controlli a tappeto nel Castello di San Marino – Città. Servizi straordinari necessari dopo le numerose segnalazioni da parte dei residenti di atti vandalici, schiamazzi e quant’altro soprattutto nelle ore serali e notturne. Polizia giudiziaria – Nucleo antidroga, i reparti Servizi preventivi e controllo del territorio, Polizia amministrativa e sociale nelle ultime settimane hanno messo nei loro mirini in particolare le zone dove si concentra la “movida”: le vie Giacomini e Bonaparte. Decine i giovani ed i giovanissimi controllati. Tra loro anche il ragazzo minorenne che domenica 27 febbraio è stato trovato in possesso, come detto, di un tirapugni. Al giovanissimo picchiatore è stata sequestrata anche una bottiglia di superalcolico. La Gendarmeria è ancora al lavoro per scoprire la provenienza e perseguire chi l’ha venduta.

Il Comando ha quindi dato notizia che l’attività investigativa della Brigata di Città ha permesso di identificare, fermare e denunciare un minore coinvolto nei danneggiamenti alla Galleria della Cassa di Risparmio avvenuti lo scorso dicembre.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui