San Marino, sull’Europa l’Aula trova l’unanimità

SAN MARINO. L’Aula ha approvato all’unanimità l’Ordine del giorno sottoscritto da tutti i gruppi consiliari conclusivo del dibattito sull’Accordo di associazione con l’Ue, che avvicina maggioranza e opposizione: il documento accoglie infatti le richieste di condivisione anche degli altri documenti relativi all’individuazione delle cosiddette linee rosse, avanzate nel dibattito dai consiglieri di minoranza, e quelle di anticipare l’eventuale parafatura dell’accordo con un confronto consiliare; d’altra parte riconosce e valorizza il lavoro compiuto dal governo e dal Segretario per gli Affari esteri , Nicola Renzi, nel corso del negoziato.

Confronti con i gruppi consiliari

In dettaglio, l’Odg «impegna il congresso di Stato e il segretario per gli Affari esteri in particolare a confrontare con i gruppi consiliari, nell’ambito di appositi incontri programmati presso la Segreteria e le commissioni consiliari competenti, il materiale di sintesi relativo ai punti fondamentali dell’accordo e segnatamente all’individuazione delle principali linee rosse, comprensivo della valutazione sulle difficoltà o meno che determinati atti o direttive possono comportare per il nostro Paese e, dove è possibile, anche delle eventuali ipotesi di adattamento».

Principali priorità

Inoltre prevede in ambito consiliare il «necessario confronto nell’ambito del quale tutte le forze politiche forniranno posizioni generali e specifiche relative alle principali priorità dell’accordo, al fine di giungere a una deliberazione, la più condivisa possibile, circa gli indirizzi sui prossimi passaggi negoziali e come condizioni fortemente auspicabile per una eventuale parafatura dell’Accordo». L’ordine del giorno è stato votato all’unanimità.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui