San Marino, oggi iniziano i lavori all’ultimo tratto di superstrada

Cittadini e forze dell’ordine hanno segnalato in più occasioni la necessità di intervento per la messa in sicurezza dell’ultimo tratto di superstrada, nello specifico del tratto che precede il confine di Stato, uno dei più pericolosi della parte sammarinese della Rimini-San Marino.

Inizieranno oggi i lavori, a cura dell’Azienda Autonoma di Stato per i Lavori Pubblici per la messa in sicurezza dei primi 150 metri di tratto stradale, dal Confine di Stato all’incrocio con l’accesso a Piazza Enriquez in zona Ritrovo dei Lavoratori.

Nello specifico verrà chiuso l’attraversamento carrabile in corrispondenza di Via Samartani, verrà eliminato il secondo attraversamento pedonale attualmente esistente e per i due che resteranno aperti, in corrispondenza di Piazza Tini e Piazza Enriquez, sarà prevista la predisposizione per l’installazione di semafori pedonali a chiamata.

Verrà sostituito l’attuale guardrail con un guardrail in acciaio Corten di ultima generazione dotato di illuminazione a led integrata (in sostituzione degli attuali lampioni centrali che non risultano a norma in quanto in caso di urto non consentono la deformazione di sicurezza del guardrail) e saranno installati due box per autovelox per il controllo della velocità, uno per ciascun senso di marcia. La messa in sicurezza del tratto stradale sarà completata da una nuova pavimentazione dello stesso con un asfalto ad alta resistenza meccanica ed alla levigazione.

Così l’ingegnere Giuliana Barulli Direttore AASLP: “Nell’ambito del progetto di riqualificazione e messa in sicurezza della nostra Superstrada, diamo inizio oggi alla riqualificazione sperimentale del primo tratto di superstrada in corrispondenza del confine di Dogana, con l’obiettivo di migliorare le condizioni di sicurezza della circolazione dei veicoli e dei pedoni. È previsto il termine dei lavori entro il mese di settembre. Ci scusiamo con la cittadinanza per il disagio che verrà causato alla circolazione”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui