San Marino, l’ecologia protagonista all’Expo di Dubai – Gallery

Ormai giunti al termine dell’Esposizione Universale di Dubai, palcoscenico internazionale di stimolanti incontri, conferenze e live streaming che valorizzano le best practices dei vari Paesi nei loro numerosi ambiti di azione, il Padiglione San Marino inizia a trarre un bilancio positivo della propria partecipazione alla manifestazione.
Nel corso dei sei mesi di Expo, sono state infatti numerose le interazioni con gli altri Stati, le strette di mano e gli scambi culturali.


Una partecipazione di San Marino non solo passiva, ma attivamente ricercata attraverso interviste live con i media locali e iniziative organizzate insieme ad altri padiglioni.
Tra le più recenti best practices, rientra l’intervento del Direttore di Padiglione Letizia Cardelli alla tavola rotonda organizzata dal Padiglione del Montenegro “Small is Beautiful” il cui il tema
principale del dibattito si è incentrato sul concetto di sostenibilitá.
L’obiettivo della tavola rotonda a cui hanno partecipato i direttori di Andorra, Bhutan, Costa Rica, Norvegia, San Marino, Suriname e El Salvador, è stato infatti proprio quello di evidenziare e condividere gli impegni, le pratiche e i progetti orientati alla transizione ecologica e
solidale sviluppate dai vari Paesi. Quest’ultima, si è rivelata una grande opportunità per ricordare gli asset di San Marino e narrare le sfide e gli obiettivi futuri nel processo di adozione e applicazione di standard e norme nel campo della protezione ambientale e della lotta contro il riscaldamento globale previsti dall’Agenda 2030. Nello specifico in 3 aree di intervento: la riduzione delle emissioni di carbonio, la produzione alimentare 100% biologica e l’abbattimento dei consumi energetici attraverso l’adozione di impianti fotovoltaici, terreno in cui San Marino risulta essere già al 6° posto nella classifica mondiale dei paesi a livello pro capite.
La condivisione di queste esperienze di successo ha aiutato a definire meglio ciò che uno Stato ecologico è o dovrebbe essere, ma anche a dimostrare che i piccoli paesi come San Marino sono destinati ad essere promotori di una incisiva trasformazione all’insegna della sostenibilitá.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui