San Marino, l’auto della banda di ladri si ferma per un guasto: catturati

Catturata banda di ladri, nei guai anche due minorenni. A dare notizia del colpo messo a segno mercoledì dalla gendarmeria, in sinergia con la polizia civile, è l’emittente nazionale del Titano, Rtv San Marino. Nel mirino dei sei malviventi era finita una zona di Borgo Maggiore, passata al setaccio intorno alle 2 di mercoledì notte, quando armati di strumenti per lo scasso nonché una sparachiodi i malintenzionati avevano forzato veicoli e aperto garage, razziando di tutto. Finché qualcosa è andato storto, proprio quando pensavano di averla fatta franca.

Raffica di furti

L’unica donna era a bordo di un’auto a lei intestata, quando per un guasto meccanico si è dovuta fermare nel centro di Borgo. Un frangente che ha attirato l’attenzione di una pattuglia della Gendarmeria. Durante i controlli di routine è stato rinvenuto l’armamentario per scassinare oltre alla pistola sparachiodi. Pochi minuti e gli agenti hanno notato altre persone che si davano alla fuga. Catapultati subito all’inseguimento, in collaborazione con la polizia civile, sono riusciti infine a bloccarli. Nello specifico si tratta di cinque uomini e una ragazza, di varie nazionalità: tra loro anche due minorenni. Un settimo complice sarebbe invece riuscito a fuggire. Stando a una prima ricostruzione i ladri avrebbero eseguito colpi tra Borgo Maggiore e Ventoso, viste le segnalazioni che sono giunte a raffica alla centrale operativa, lamentando auto scassinate e garage forzati sempre con lo stesso modus operandi. Sono seguiti gli interrogatori presso la Brigata di Borgo Maggiore. L’epilogo è stato diverso a seconda delle responsabilità. Denunciati a piede libero i due minorenni e la donna, mentre per i restanti autori dei furti, ossia un macedone, un peruviano e un italiano, si profila il fermo in carcere.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui