San Marino Green Festival 2022, tutte le novità

Protagonisti sono gli alberi, i giardini e i fiori del centro urbano, il paesaggio verde e la cura dello sguardo che merita, il tutto accompagnato da poesia, musica, approfondimenti culturali, storici e artistici. È la quarta edizione del San Marino Green Festival, quest’anno dal titolo “Il mondo come giardino”, in programma venerdì 24 giugno dalle 14,30, in una sorta di prologo a Podere Lesignano, e tutta la giornata di sabato 25 giugno, nel Centro Storico della Repubblica Sammarinese. «È un appuntamento – spiega Gabriele Geminiani, ideatore e organizzatore del festival – che nasce per parlare di ecosostenibilità ma anche per colmare un vuoto culturale e relazionale sul territorio del Montefeltro».

Si comincia venerdì alle 15 con il poeta “paesologo” Franco Arminio che introduce a “La cura dello sguardo”, itinerario nella natura e nelle pieghe dell’animo umano e dei luoghi e il poeta-musicante Matteo Goglio che invita a un viaggio con gli strumenti della poesia e di una chitarra sul palcoscenico della natura. «Lo sguardo è importante, va educato o rieducato a indagare e a vedere quel 90% di ciò che ci circonda che con la nostra fretta sacrifichiamo. Dobbiamo rimodulare il nostro passo, farlo diventare più lento. Abituarci a dei fermo immagine sul mondo per dare modo ai cicli delle cose di compiersi e di cogliere quell’attimo fuggente che è la fioritura di un albero, di quel singolo fiore. Solo capendo il valore di ciò che ci circonda e il rapporto strettissimo che ci lega al resto, potremo lottare con fermezza per i diritti dell’ambiente e dei più deboli» spiega Geminiani.

Sabato la scena è degli alberi, attraverso l’approfondimento di Francesco Ferrini, esperto di verde urbano e professore ordinario di arboricoltura presso l’Università di Firenze e l’introduzione ai “Giardini e Fiori di San Marino” dell’esperta Mara Verbena. Ad allietare i visitatori anche le opere di Iaia Zanella, le illustrazioni di Miriana Greggi e la mostra collettiva di artisti a cura della Carlo Biagioli srl, la presentazione di libri sugli ecovillaggi d’Italia con Lorenzo Olivieri e Iacopo Tabanelli e di un manuale sulla buona gestione della Terra con Francesca Piergiovanni, le note del flauto di Monica Moroni, l’intervento dell’attivista per l’ambiente e giornalista Linda Maggiori, le letture su fiori e giardini di un nutrito gruppo di attori-lettori, con il Rodari Club di Rimini, Damiana Bertozzi e Alessandra Carlini. E con la guida di Chiara Macina è possibile andare alla scoperta del centro storico, tra giardini e monumenti. Si può poi ammirare la mostra iconografica a cura di Leo Morganti e della Giunta della Casa del Castello e per i bambini è in programma la “Caccia al tesoro naturalistica” organizzata dal Cailungo Calcio. Alle 18.30 sul Piano dei Mortai conclude il festival, tra allegria e colori, il Riciclato Circo Musicale. Quattro musicisti con strumenti ottenuti da materiali di recupero di ogni tipo e con un repertorio variegato sono pronti a stupire grandi e piccini. Sempre all’insegna del verde.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui