San Marino, gli ex correntisti di Banca Cis: “Congelati per 10 anni i risparmi di una vita”

L’appello dei correntisti di Banca Cis arriva davanti ai Capitani Reggenti, con 266 firme raccolte in 4 giorni per protestare contro la conversione in Titoli di Stato dei conti correnti. “Nella giornata di ieri – si legge in una nota – abbiamo depositato dinanzi ai neoeletti Ecc.mi Capitani Reggenti un’Istanza d’Arengo sottoscritta da 266 cittadini sammarinesi volta a chiedere la revisione delle norme che hanno convertito in Titoli di Stato i risparmi degli ex correntisti di Banca Cis. Le scelte operate a luglio scorso dal Governo, oltre a danneggiare gravemente i diretti interessati – congelando per 10 anni risparmi di una vita – impatteranno fortemente sulla credibilità ed affidabilità del sistema bancario e finanziario sammarinese, a danno di tutti.

Invitiamo anche coloro che non sono direttamente toccati dalla problematica a pensare come potrebbero vivere a trovarsi senza poter disporre delle proprie risorse economiche per un così lungo periodo di tempo perché la loro banca è andata in default.

Le 266 firme sono state raccolte in soli 4 giorni e non sono stati ovviamente coinvolti residenti e cittadini esteri che detengono risparmi presso istituti bancari del Titano ma solo cittadini sammarinesi. È un segnale forte che esprime grande preoccupazione e che non può rimanere inascoltato. Confidiamo che le forze politiche di maggioranza e di opposizione che siedono in Consiglio Grande e Generale vogliano rispondere a questo grido di aiuto, rompere il muro di silenzio che è stato alzato sulla vicenda ed aprirsi ad un confronto davvero costruttivo che sino ad ora è stato negato in maniera anche sprezzante”.

Noi continueremo utilizzando tutti gli strumenti a nostra disposizione, a lottare per i nostri diritti e per quelli di tutti i cittadini che credono nella serietà e dignità delle istituzioni. Istituzioni che dovrebbero salvaguardare i cittadini onesti e punire i disonesti e non viceversa.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui