SAN MARINO. Sei nuovi decessi a San Marino e il segretario di Stato alla Sanità Roberto Ciavatta annuncia: “Siamo in stretto contatto con la provincia di Rimini e la regione Emilia-Romagna” dopo l’ordinanza che chiude aziende e limita gli spostamenti fuori provincia di Rimini. “Anche San Marino – dice Ciavatta – sta ragionando di chiudere alcuni varchi, sempre di comune accordo con le regioni limitrofi, per controllare il traffico in entrata della Repubblica”.  Sono intanto cresciuti di nove casi i contagi arrivati a 136, di cui 62 ricoverati all’Ospedale di San Marino (12 in Rianimazione con sintomatologia severa, 3 femmine e 9 maschi, 50 nelle degenze di isolamento predisposto con sintomi moderati, 27 maschi e 23 femmine) e 74 in isolamento a domicilio. Sono dunque 20 i decessi dall’inizio dell’epidemia, (7 femmine e 13 maschi), 4 i guariti, 48 i dimessi a domicilio per migliorate condizioni cliniche, 390 le quarantene domiciliari sui contatti stretti compresa la rete familiare, amicale e personale sanitario (370 laici, 18 sanitari, 2 Forze dell’Ordine); 360 le quarantene terminate, 754 quelle attivate.

Argomenti:

contagi

coronavirus

morti

sanità

traffico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *