San Marino, dai bimbi rampe per i disabili con mattoncini Lego

«Rampe di Lego per abbattere le barriere architettoniche». È questa l’iniziativa ideata dalla dirigente delle Scuole elementari di San Marino, Arianna Scarpellini. Entrata in servizio lo scorso settembre, dopo aver vinto un concorso, Scarpellini è stata a lungo distaccata alla Segreteria Sanità con delega alle Pari opportunità. «Sono un membro del Consiglio d’Europa per l’inclusione e l’antidiscriminazione – spiega –. Mi è venuto naturale proporre una modalità ludica per sensibilizzare fin dalla più tenera età su un tema così sentito. Al riguardo il nostro territorio presenta infatti criticità sia a livello morfologico che architettonico». Ora a smontare gli ostacoli edificando rampe d’accesso multicolori provvederanno i bambini «di 13 elementari con l’aiuto di una trentina di docenti e dei bambini ucraini». In pandemia Scarpellini aveva già abbattuto le barriere per i non udenti con il riconoscimento della normativa per gli interpreti della lingua italiana dei segni. «Nel progetto si coniugano temi diversi,- nota – da quello del riuso e del rispetto per l’ambiente all’integrazione. La prima rampa sarà posizionata alla scuola dell’infanzia di Falciano il 7 giugno per annullare gli scalini che stanno creando disagi a un allievo che si sposta con un carrellino». Un prototipo replicabile nei vari Castelli mettendo in gioco la fantasia. Sul modulo da costruire i bimbi hanno lavorato con le maestre «anche in termini matematico- geometrico – rileva – come compito di realtà abbinato a lezioni di cittadinanza attiva». Intanto i mattoncini, usati o nuovi, sono arrivati entro gennaio grazie alla generosità di bimbi e vari enti tra cui la Segreteria alla Sanità. È stato usato anche un fondo che raccoglie le sanzioni di chi parcheggia senza averne diritto nei posti riservati ai disabili. L’iniziativa “Smontiamo le barriere architettoniche mattoncino per mattoncino” partita nella giornata delle persone con disabilità del 3 dicembre gode del patrocino di Congresso e Reggenti.

Già prenotate altre due rampe che verranno realizzate a settembre dagli alunni con i ragazzi disabili, in sinergia con le associazione per la disabilità che metteranno a disposizione spazi di incontro.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui