San Domenico, temporary natalizio a due stelle

Freschi delle riconfermate e prestigiose “due stelle” Michelin, nelle cucine del ristorante San Domenico di Imola ci si prepara al Natale. Il pranzo del 25 è già prenotato e sold out, ancora dall’anno prima del lockdown, e anche per il cenone di Capodanno, il cui menù uscirà entro l’8 dicembre, le prenotazioni stanno correndo spedite, conferma soddisfatto lo chef Max Mascia. Intanto, per il San Domenico le festività natalizie passano anche attraverso la valorizzazione del territorio e quest’anno la formula sarà inedita. «In collaborazione con IF- Imola Faenza tourism company, animeremo l’hub culturale e gastronomico “Tempi del Buono” temporaneamente collocato nell’ex Bar Bacchilega proprio sotto il centro storico – spiega lo chef Mascia –. Sarà l’occasione per visitare l’esposizione fotografica dei nostri 50 anni di storia, che era stata allestita l’anno scorso al Museo San Domenico e che purtroppo le continue chiusure per Covid non hanno permesso praticamente ad alcuno di vederla. Poi qui porteremo alcuni dei nostri prodotti natalizi, come le confetture e i nostri panettoni nelle tre versioni classica, all’albicocca e, la novità di quest’anno, al pistacchio».

Il temporary permetterà di riaprire e ridare luce a uno dei locali storici più belli del centro purtroppo chiuso da tempo, ma anche per scoprire e acquistare alcuni tra i migliori prodotti del ristorante “bistellato” più longevo d’Italia, parte del ricavato dalle vendite sarà poi devoluto in beneficenza. L’anno scorso i panettoni stellati del San Domenico, firmati dallo chef Max Mascia e dal pasticcere Giovanni Mattina, furono accolti con grande entusiasmo, quest’anno la produzione aumenterà un po’, ma si tratta comunque sempre di una “tiratura limitata” di circa 1300 confezioni. Il temporary, sarà inaugurato sabato prossimo 4 dicembre alle 16.45 dopo l’accensione delle luminarie insieme al presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini e al sindaco di Imola Marco Panieri e resterà aperto fino al 6 gennaio. Intanto, per i lettori di Cibo, con una delle ricette autunnali della cucina stellata imolese, il cui chef aderisce all’associazione Chef to Chef, facciamo ripartire questa rubrica. LA.GIO.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui