Salvini e la moto d’acqua a Cervia, in questura il giornalista

Continua l’indagine interna della Questura di Ravenna per chiarire gli episodi di martedì scorso al Papeete di Milano Marittima. Ieri mattina per circa tre ore il giornalista del video scoop di Repubblica su Salvini, Valerio Lo Muzio, è stato sentito dalla polizia, decisa a raccogliere la testimonianza di quello che a tutti gli effetti è il protagonista principale di tutta la vicenda.
Lo Muzio ha raccontato la sua versione dei fatti sull’accaduto, partendo da quel video scoop e dagli agenti che hanno fatto salire il figlio di Salvini sull’acqua scooter, fino ad arrivare al comportamento tenuto dalla scorta della polizia nei suoi confronti, con frasi minacciose come: «Ora sappiamo dove abiti». Alla fine dell’incontro il video è stato acquisito dalla polizia, entrando quindi a far parte del fascicolo di indagine interna.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui